La proposta di Cambia Calolzio: “Niente parcheggi a pagamento a dicembre”

Tempo di lettura: 2 minuti

Insieme alle altre iniziative del comune, un altro modo per aiutare il piccolo commercio

“Sospendere i posti auto a pagamento almeno per tutto il mese di dicembre”

CALOLZIOCORTE – Accanto alle iniziative già messe in campo dall’amministrazione comunale, il gruppo di minoranza Cambia Calolzio ha avanzato un’ulteriore proposta per cercare di dare una mano in questa difficile situazione al piccolo commercio. Il gruppo guidato da Diego Colosimo ha chiesto di sospendere la sosta a pagamento almeno nel mese di dicembre.

“Che le restrizioni giustamente imposte per prevenzione contro il dilagare della pandemia, che ormai è in corso da circa un anno, abbiano ulteriormente appesantito le difficoltà del piccolo commercio è per tutti fuori di ogni dubbio. Oltre al drastico prolungato calo delle vendite, dovute perlopiù agli acquisti online, all’apertura di nuovi supermercati che non è stata contrastata a dovere dalle Giunte Comunali che si sono susseguite in questi ultimi vent’anni, alla carenza di politiche amministrative favorevoli ai servizi di vicinato, ora ad incidere negativamente sul piccolo commercio si è anche purtroppo abbattuta la clava del Covid 19”.

Il gruppo sottolinea come i tratti centrali di corso Europa e via Dante, ma non solo, siano un cimitero di negozi chiusi: “Bene hanno fatto alcuni negozi a mettersi a disposizione per le consegne a domicilio e per questo pensiamo debbano essere ringraziati; bene ha fatto il Comune a disporre con un bando la distribuzione dei contributi per il primo lockdown messi a disposizione del Governo, così come bene ha fatto con gli sconti sulle tasse (Tari e Imu) che sono costi fissi anche per i commercianti. Per questo abbiamo proposto al Sindaco di sospendere la gabella dei posti auto a pagamento almeno per tutto il mese di dicembre, per cercare di favorire anche attraverso questa piccola cosa gli acquisti presso i piccoli negozi locali”.

“Questa sospensione non fa però assolutamente cadere la nostra proposta che stiamo sostenendo da tempo circa l’abolizione degli stalli a pagamento, sostituendoli con le zone a disco orario – concludono dal gruppo -. Inoltre il Gruppo Civico Cambia Calolzio ha proposto al Sindaco di riunire, appena sarà possibile in relazione ai dispositivi di prevenzione sanitaria, una Commissione Comunale ad hoc, aperta alle associazioni del commercio e dei consumatori, per scandagliare la possibilità, con il supporto tecnico-economico del Comune, della messa in rete dei prodotti commerciali disponibili presso il piccolo commercio locale e di ogni altra idea propositiva e fattibile a sostegno delle piccole attività commerciali”.