Dl Ristori: Lega, grazie a centrodestra 180 milioni per scontare bollette elettriche a imprese in difficoltà Covid

Tempo di lettura: < 1 minuto
Paolo Arrigoni
Il Senatore Paolo Arrigoni

Approvata nelle commissioni bilancio e finanze del Senato la proposta della Lega sulla riduzione delle bollette elettriche

La soddisfazione dei senatori Romeo e Arrigoni: “La Lega si conferma vicina alle imprese in difficoltà a causa del Covid”

ROMA – “Le commissioni Bilancio e Finanze del Senato, riunite per l’esame degli emendamenti ai quattro decreti “Ristori”, hanno approvato la proposta della Lega, condivisa da tutto il centrodestra, che istituisce un fondo presso il MEF, con una dotazione iniziale di 180 milioni, per ridurre nel 2021 gli oneri delle bollette elettriche per le attività economiche già beneficiarie di ristori e connesse in bassa tensione”.

Lo dichiarano i senatori Massimiliano Romeo, capogruppo della Lega a Palazzo Madama e Paolo Arrigoni, responsabile del Dipartimento Energia della Lega.

“La Lega, ancora una volta, si conferma vicina alle imprese in difficoltà a causa dell’emergenza Covid, che nonostante il calo o persino la sospensione della propria attività, si ritrovano a pagare – ancorché a consumi elettrici ridotti – gli ingenti costi fissi in bolletta identificati con le voci ”trasporto e gestione del contatore” e ”oneri generali di sistema”, spiegano i senatori leghisti. “L’Arera con proprio provvedimento ora è chiamata a rideterminare le tariffe scontate e il periodo di applicazione della misura”.
“La Lega, dando seguito ad un grande risultato ottenuto grazie alla sua determinazione e tenacia, non perderà l’occasione di proporre nei prossimi provvedimenti l’integrazione di altre risorse del nuovo fondo del MEF”, concludono.