Finanziamenti illeciti. Indagato il tesoriere della Lega, Giulio Centemero

Tempo di lettura: < 1 minuto
Giulio Centemero
Giulio Centemero

 

LECCO – Nuova indagine sui conti della Lega Nord e a finire sul registro degli indagati è il tesoriere Giulio Centemero, commercialista di Cernusco, iscritto alla sezione provinciale lecchese del Carroccio ed eletto in Parlamento nelle scorse elezioni, nella circoscrizione di Bergamo. 

La Procura di Bergamo ipotizza nei suoi confronti il reato di finanziamento illecito ai partito. La notizia, già diffusa lo scorso settembre dal Fatto Quotidiano, è stata ribattuta nella giornata di lunedì dal quotidiano La Stampa.

La vicenda riguarderebbe la Fondazione Più Voci, con sede a Bergamo, e i presunti 250 mila euro destinati dall’imprenditore edile Luca Parnasi in favore dell’associazione.
La Procura vuole fare chiarezza se quelle ‘donazioni’ non siano un modo per aggirare la legge sul finanziamento dei partiti e che quindi quei soldi fossero destinati alla Lega.

Per lo stesso reato è indagato anche il tesoriere del PD, Francesco Bonifazi, per le somme che Parnasi avrebbe diretto sulla fondazione Eyu, di cui l’esponente dem è presidente.