“I voucher erano utili ai Comuni e aiutavano le fasce deboli”

Tempo di lettura: < 1 minuto
Il sindaco Dante de Capitani
Il sindaco Dante de Capitani

PESCATE   – “L’abolizione totale dei voucher e’un’autentica vergogna nazionale che incide come al solito sulle fasce più deboli della popolazione.

Se c’era chi se ne approfittava bisognava colpire lì e non buttare via la culla con il bambino dentro eliminandoli per tutti. Il comune di Pescate come tanti altri comuni ha creato un albo dei lavoratori occasionali per piccoli lavori di manutenzione chiamando disoccupati e studenti di Pescate che adesso non potranno più lavorare.

Utilizzavamo ad esempio due studenti per tenere pulito il paese anche la domenica quando gli stradini non ci sono, per pulire i giochi nei parchi, per effettuare la pulizia delle sponde a lago. Ora vorrei chiedere ai sindacati chi farà questi lavori visto che abbiamo il blocco delle assunzioni tanto che non abbiamo potuto sostituire lo stradino andato in pensione e pesanti vincoli di spesa per il personale.

Tutti questi lavoratori occasionali che non potranno più essere impiegati adesso sanno chi devono ringraziare”.

Dante De Capitani

Sindaco di Pescate