Aggressione in stazione, Salvini: “Altro che domiciliari, galera ed espulsione”

Tempo di lettura: 1 minuto

Il leader del Carroccio ha commentato su Facebook condividendo anche il video dell’aggressione

Stoccata anche al Governo del Conte Bis con riferimento ai decreti sicurezza

LECCO – “Altro che domiciliari, galera senza sconti ed espulsione per questi delinquenti”. Ha raccolto (finora) oltre 16mila commenti e 17mila condivisioni il post pubblicato ieri, mercoledì, sul suo profilo Facebook dall’ex ministro degli interni Matteo Salvini.

Il leader del Carroccio è intervenuto infatti attraverso il proprio profilo social in merito all’episodio dell’aggressione di due donne avvenuto l’altro giorno nella nostra città. “A Lecco un immigrato clandestino del Togo spinge una ragazza giù dalle scale e stende a pugni una signora, senza alcun motivo. Arrestato e processato per direttissima, è già stato rimandato ai domiciliari in attesa della prossima udienza. Roba da matti. Altro che domiciliari, galera senza sconti ed espulsione per questi delinquenti”.

Un commento a cui fa seguito una considerazione di ordine squisitamente politico con un riferimento al governo Conte Bis: “Se nel governo delle poltrone qualcuno pensa di abolire i Decreti Sicurezza, glielo impediremo con tutti i mezzi leciti possibili”.