Aiuti alle famiglie, il PD: “Regione allunghi i tempi del bando”

Tempo di lettura: 2 minuti
Raffaele Straniero, consigliere regionale del PD

‘Protezione Famiglia’ emergenza covid, Straniero (Pd): “Sette giorni non bastano”

“La Regione proroghi i tempi del bando per dare a tutti la possibilità di accedervi”

MILANO / LECCO – “La Regione allunghi i tempi del bando a sostegno delle famiglie che hanno subito una riduzione del reddito per l’emergenza covid perché tutti possano avere l’opportunità di partecipare”. A chiederlo è il consigliere regionale del Pd Raffaele Straniero.

“Il bando aperto dalla Regione per le famiglie con figli e Isee inferiore ai 30 mila euro, che hanno subito una riduzione del reddito per la pandemia, resta aperto solo sette giorni. Troppo poco tempo perché tutti abbiano la possibilità di venirne a conoscenza e di parteciparvi preparando anche l’Isee e le attestazioni della perdita economica, la documentazione necessaria per l’accesso al bando” spiega Straniero.

“Se si considera che il bando vale 32,4 milioni di euro e la cifra destinata a ciascuna famiglia è di 500 euro – prosegue Straniero – si deduce che le famiglie beneficiarie in tutta la Lombardia non potranno essere più di 64 mila. Il rischio è che troppe persone che ne hanno bisogno restino escluse”.

“È inutile introdurre una misura se poi non si lascia la possibilità e il tempo di accedervi, sembra quasi una presa in giro – conclude il consigliere dem – Per questo chiedo all’assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari Opportunità, Alessandra Locatelli, di allungare i tempi di apertura del bando per dare a tutti coloro che sono in seria difficoltà, e quindi ne hanno diritto, l’opportunità di parteciparvi”.