Europee. Incetta di voti per i lecchesi Casiraghi (Lega) e Fiocchi (FDI)

Tempo di lettura: 1 minuto
Marta Casiraghi e Pietro Fiocchi

Ottimo risultato per i candidati lecchesi di Lega e Fratelli d’Italia

Marta Casiraghi, ex sindaco di Missaglia, e Pietro Fiocchi superano le 9 mila preferenze

LECCO – Se il risultato delle elezioni europee corona la vittoria della Lega anche nel lecchese, le preferenze ai candidati offrono un ulteriore punto di vista sul voto di domenica.

A Matteo Salvini, leader del Carroccio, è attribuita la fetta più grande di voti espressi dagli elettori in provincia di Lecco (17,6 mila) seguito da Giuliano Pisapia (6,2 mila), ex sindaco di Milano in corsa con il Partito Democratico.

Tra i più votati in provincia c’è un candidato espressione del territorio, è la leghista Marta Casiraghi, già sindaca di Missaglia, che ottiene oltre 4,5 mila preferenze in provincia di Lecco e ben 9,53 mila in tutta la circoscrizione Nord-Occidentale. 

Alberto Anghileri (La Sinistra)

Ottimo il risultato anche per Pietro Fiocchi, esponente della nota famiglia di imprenditori della città e candidato con Fratelli d’Italia, votato complessivamente da 9,2 mila elettori nella circoscrizione (1,3 mila nel lecchese).

Il terzo candidato lecchese, Alberto Anghileri de La Sinistra, raggiunge le 952 preferenze a livello regionale, di cui 557 espresse in provincia di Lecco.