Dodici nomi scelti tra gli amministratori del territorio

“Rinnovamento e continuità, a sostegno del presidente Usuelli”

LECCO – Una sola riconferma e tanti volti nuovi nella lista di Libertà e Autonomia per le prossime elezioni del Consiglio Provinciale, “nel segno del rinnovamento e della continuità con quanto è stato finora”.

E’ Mattia Micheli, consigliere uscente e ricandidato per il prossimo mandato a Villa Locatelli, ad aprire la conferenza stampa di presentazione della rosa di nomi scelti tra gli amministratori comunali per una lista che vede convergere Forza Italia, Fratelli d’Italia e il Movimento Nazionale per la Sovranità, oltre che le realtà civiche vicine all’area del centrodestra.

Da sinistra Antonio Pasquini, Mattia Micheli e Beppe Mambretti

“Sei anni fa eravamo in minoranza con soli due consiglieri – ricorda Micheli – grazie alla credibilità che abbiamo saputo dimostrare in questi anni abbiamo disponiamo oggi di tre rappresentanti in Consiglio Provinciale. Siamo stati una forza determinante nell’elezione di Claudio Usuelli, che era parte della nostra lista, alla presidenza dell’ente. La nostra lista sostiene il presidente e punta a restituire un ruolo più autorevole e una nuova dignità all’ente provinciale”.

Insieme a Michieli sono candidati Fiorenza Alani, consigliere comunale di Merate, Irene Alfaroli, assessore di Bellano, Caterina Lo Prete, assessore a Bosisio Parini, Maurizio Maggioni, assessore a Olgiate, il sindaco Matteo Manzoni di Crandola, Fabio Mastrobernardino consigliere di Calolziocorte, Rosanna Rampin, consigliere di Casatenovo, Adriana Rossi, consigliere di Airuno, Luca Rossini, consigliere di Molteno, Gennaro Toto, consigliere di Cernusco Lombardone, e l’assessore Gianluigi Valsecchi di Ello.

Di questa lista avrebbe fatto parte anche il sindaco di Civate, Baldassare Mauri, recentemente scomparso. “Rino”, come lo chiamavano con affetto, è stato ricordato durante l’incontro con la stampa.

“Tanti amministratori che rappresentano tutto il territorio – ha sottolineato Antonio Pasquini consigliere uscente che non si candiderà in Provincia in quanto impegnato nella sfida a sindaco di Casargo- La Provincia deve essere la casa dei comuni lecchesi. In questi primi mesi di presidenza Usuelli siamo riusciti a programmare interventi manutentivi alla viabilità, abbiamo salvato dalla vendita Villa Locatelli, sede dell’ente e un simbolo per il territorio, evitando che venisse inserita tra le opere alienabili. Quello che chiediamo al Governo è di preservare le risorse, a partire dall’addizionale sulla RC auto oggi destinata in gran parte dalle Province allo Stato, affinché questa istituzione possa svolgere al meglio le sue funzioni”

Il consigliere regionale Mauro Piazza

Alla presentazione erano presenti lo stesso presidente Usuelli e il consigliere regionale Mauro Piazza: “Ringrazio chi ha lavorato per comporre la lista e i candidati che hanno deciso di impegnarsi a titolo gratuito in un ente che oggi è in seria difficoltà – è intervenuto Piazza – Questa è una destra seria, che fa e non si limita ai proclami,. Auspichiamo che le Province possa tornare un ente autorevole e di primo livello”.