Raffaele Straniero: “Invito alla prudenza affinché non sia una falsa partenza”

Tempo di lettura: 2 minuti

LECCO – “Lunedi 18 maggio, è giunto, finalmente, il momento della riapertura per quasi tutte le attività. Ma siamo pronti? Credo che, accanto all’impazienza che, naturalmente, ci ha preso negli ultimi tempi, questa domanda risuoni in realtà dentro e fuori di noi.

I dati relativi all’emergenza Covid 19 sono migliorati, per fortuna, ma mantengono ancora per la Regione Lombardia una soglia di “rischio moderato”, come l’ha definita il Presidente del Consiglio.

Credo dunque che la ripartenza debba essere accompagnata da prudenza e responsabilità. Ciò è indispensabile affinché non facciamo qualche passo indietro. Capisco benissimo come le regole per riprendere in sicurezza a volte stiano strette ad alcuni tipi di attività economiche ma sono anche convinto che non siano state pensate per mortificarle bensì per consentire loro di ripartire con il piede giusto.

Del resto, molte imprese stanno già applicando da oltre due mesi protocolli e codici di autoregolamentazione ed in questo modo hanno potuto rimanere aperte nei periodi e secondo le modalità in cui è stato loro consentito. Non tutte le attività, peraltro, sono uguali e hanno lo stesso impatto sui propri clienti o utenti. Per questo ad alcune sono richiesti uno sforzo ed un’attenzione maggiori. Nelle prossime settimane le regole stesse potranno essere meglio affinate e precisate e, qualora ce ne siano le condizioni, anche modificate.

A tutti, cittadini e imprese, mi sento dunque di rivolgere un appello alla prudenza, affinché non siamo protagonisti di una “falsa partenza” ma di un “nuovo inizio”, basato sulle conoscenze che già possediamo e che rendono vivo e ricco il nostro territorio ma forte anche di ciò che abbiamo imparato, nostro malgrado, da questa pandemia”.

Raffaele Straniero
Consigliere regionale PD Lombardia