Regione, Fontana: “La nostra ordinanza vale almeno per 10 giorni”

Tempo di lettura: 1 minuto

Il punto giornaliero del presidente della Regione, Attilio Fontana

Rallentano i dati del contagio, medici russi in arrivo e chiarimento su ordinanza regionale

LECCO –I numeri complessivi dei nuovi contagi saranno resi noto come sempre nel tardo pomeriggio ma le prime stime di martedì fanno dire al governatore lombardo Attilio Fontana che “sono in linea con i giorni precedenti. Questa sensazione di rallentamento la si può forse definire costante, non dobbiamo mollare la presa e dare una motivazione in più ai cittadini di restare in casa. Con queste misure i risultati si portano, se dovessimo alzare il piede ora sarebbe un disastro, si inizierebbe e crescere molto di più”.

Nel frattempo, alle 19 sbarcheranno a Orio al Serio 150 operatori sanitari dalla Russia, saranno destinati al nuovo ospedale da campo degli Alpini di Bergamo. “Sono medici, infermieri, operatori della sanificazione, tutti specialisti e persone molto qualificate che potranno sgravare il lavoro dei nostri medici”

Fontana ha fatto chiarezza anche riguardo all’ordinanza emanata domenica dalla Regione in rapporto al nuovo decreto del Governo. “Non abbiamo ancora ricevuto il testo del decreto legge, non possiamo fare valutazione sulle bozze, l’unica cosa che sembra certa è che i provvedimenti già in essere alla data in vigore del decreto rimarranno tali per 10 giorni”.

Resta quindi valida l’ordinanza lombarda (vedi articolo) “e tutti i divieti aggiuntivi almeno per 10 giorni, a partire da domenica, salvo venga revocata dal presidente del Consiglio”.