Sanitari, il 13% con gli anticorpi. Gallera: “Il dato ci dice che li abbiamo tutelati”

Tempo di lettura: 1 minuto

L’assessore regionale Gallera rende noti i dati sui test sierologici agli operatori sanitari

In Lombardia il 13,5% positivo ai test, in ATS Lecco Monza il 6%

MILANO / LECCO – In conferenza l’assessore regionale Giulio Gallera parla dei test sierologici che sono stati effettuati per primi agli operatori delle strutture sanitarie.

In tutto 123 mila test “solo i 13,5 è risultato positivo, significa che hanno sviluppato gli anticorpi al virus”.

Il dato più evidente è quello della provincia di Bergamo con il 29% degli operatori risultato positivo al test, a Brescia il 17%, in Val Padana, il 14%, a Milano il 9%, a Lecco e Brianza il 6%, a Varese e Como il 6,9%.

“Il dato è sovrapponibile a quello della popolazione colpita dal virus, ci dice che non è perché lavoravano con i malati che si sono infettati di più, o perché non avessero i dispositivi o perché esposti. Significa che gli operatori sono stati protetti in maniera adeguata. Il dato, inconfutabile, rivela che, nonostante i pochi dispositivi e le grandi difficoltà, gli sforzi fatti ci hanno portato a garantire la tutela dei nostri operatori”.