Merate. Fumagalli (M5S) chiede al Prefetto la rimozione e sospensione del sindaco

Tempo di lettura: < 1 minuto

Bufera politica dopo i “suggerimenti” del sindaco

Il consigliere regionale: “Le istituzioni sono una cosa seria”

MERATE – “Ho scritto al Prefetto di Lecco affinché prenda opportuni provvedimenti nei confronti del sindaco di Merate per i suoi suggerimenti su come violare le disposizioni in tema di covid”. Il fatto ha destato anche l’attenzione della Questura di Lecco e il consigliere regionale Marco Fumagalli (M5S) ha deciso di scrivere al Prefetto.

“Già all’inizio del lockdown il sindaco ebbe la brillante idea di inaugurare un supermercato in barba alle disposizioni sui distanziamenti e la sospensione di ogni evento pubblico. E’ chiaro che il sindaco non ha la minima idea di cosa significhi rappresentare le istituzioni e su come ci si deve comportare quando si ricoprono cariche pubbliche – continua il consigliere regionale -. Credo che la misura sia colma e per questo ho scritto al Prefetto affinché si attivi per valutare la necessità di relazionare il Ministero degli Interni ai fini della rimozione e sospensione ‘per gravi e persistenti violazioni di legge o per gravi motivi di ordine pubblico’ come previsto dall’articolo 142 del TUEL. Le istituzioni sono una cosa seria, chi non è in grado di rappresentarle dovrebbe occuparsi di altro.