Per Pozzi (Sei Merate) ci sarebbero interventi più urgenti da effettuare

Unanimità invece sull’ampliamento di Casa Amica, “il piccolo miracolo meratese”

MERATE – La destinazione dei 100mila euro stanziati dal Governo, le modifiche alla riserva di Sartirana (LEGGI QUI) e l’ampliamento di Casa Amica. Sono questi i principali punti all’ordine del giorno discussi ieri sera, martedì, in consiglio comunale. Una riunione sobria, che non ha regalato discussioni accese o brillanti. Posticipato al prossimo consiglio, per l’assenza dell’assessore all’ecologia Massimiliano Vivenzio, il question time del capogruppo di minoranza Massimo Panzeri relativo ai risultati raggiunti nell’ambito delle azioni intraprese per la riduzione dell’anidride carbonica.

Marciapiedi in viale Lombardia

La parola è poi passata all’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Procopio che ha illustrato la destinazione dei 100mila euro ricevuti dal Ministero dell’Interno. ”

L’assessore Giuseppe Procopio

Abbiamo deciso di riqualificare i marciapiedi di viale Lombardia e la pavimentazione di via Carlo Baslini nei tratti dove è particolarmente sconnessa. Il progetto è già stato approvato in Giunta. Da contratto sono previsti 120 giorni di lavoro e l’intervento dovrà partire entro metà maggio, pena la perdita del contributo statale”.

Pozzi: “Altri interventi sarebbero stati più opportuni”

Dai banchi della minoranza si è alzata la voce del consigliere Alessandro Pozzi: “Questo finanziamento governativo è una goccia nell’oceano, ma è comunque qualcosa. Devo dire che a mio parere questo intervento non risponde ai requisiti del bando. E’ vero che ognuno ha la propria lista di priorità, ma penso che via Forlanini, la ciclopedonale di via Bergamo, oppure via don Andrea Sala siano interventi più confacenti per questo tipo di contributo. Mi risulta anche che alla scuola di Sartirana vi sia ancora dell’amianto. Forse sarebbe stato più opportuno intervenire da altre parti”.

I cinque consiglieri dei due gruppi di minoranza. In piedi al microfono Alessandro Pozzi

Massimo Panzeri, capogruppo di Prospettiva Comune, ha invece voluto effettuare una considerazione di carattere politico: “Finora siamo stati abituati a governi che tagliavano le risorse. Ora invece, allo sblocco del congelamento degli avanzi di amministrazioni, si sono aggiunti questi provvedimenti del ministero degli Interni. Ovvio che tutti noi avremmo indicato altre priorità rispetto a quelle indicate dall’attuale Giunta, ma finalmente i fondi sono stati bloccati”. Una considerazione ribadita anche dal primo cittadino Andrea Massironi. “Sarà anche una goccia nell’oceano, ma finalmente possiamo muoverci. Quanto agli interventi citati da Pozzi, posso dire che abbiamo stanziato 168mila euro per la sistemazione di via Sala”.

Tamandi: “Diversi anziani sono caduti sui quei marciapiedi”

Un intervento, ha ribadito Procopio, che non sarebbe stato possibile finanziare con l’attuale contributo governativo dato l’urgenza di avviare i lavori entro il 15 maggio. Il consigliere Fabio Tamandi ha aggiunto: “Intervenire in viale Lombardia è necessario. Più di un anziano è caduto lì e uno si è fatto anche molto male”. Nel dibattito c’è stato anche spazio per un veloce botta e risposta sull’amianto a Sartirana. “Non diamo notizie false” è sbottato il sindaco, mentre Pozzi ha ribadito la veridicità della sua affermazione: “Mi risulta che sia nelle pareti”.

Via libera a Retesalute

Liquidata in poche battute la questione relativa a Retesalute con Valeria Marinari pronta a sottolineare che “con un po’ di coraggio si sarebbe potuti arrivare a questo punto già tre mesi fa”. Coriacea la maggioranza: “L’importante è il risultato, ovvero Retesalute che riparte sulle proprie gambe”.

L’ampliamento di Casa Amica

Soddisfazione da parte di tutti i consiglieri invece per l’ampliamento richiesto da Casa Amica, cooperativa di appoggio ai disabili.

L’ingresso a Casa Amica

A introdurre l’argomento l’assessore Procopio: “La cooperativa, che nel 2011 ha vissuto un momento non felicissimo, è stata capace poi di compiere un piccolo miracolo meratese. Oggi ci chiede di ampliare il proprio raggio di azione di 510 metri quadri, aggiungendone altri 90 da destinare agli aspetti tecnologici. E’ decisamente un bel segnale per tutto il territorio e dimostra la tenacia della cooperativa guidata da Fulvio Beretta“. Grazie a questi lavori di ampliamento, strettamente legato anche alla creazione di altri posti all’interno del Cse, sarà possibile realizzare anche la ciclopedonale in via Bergamo, collegandola a via Campi. “Casa Amica arretrerà di qualche metro l’ingresso così da lasciare spazio alla ciclabile”.