Regione: un milione di euro per riqualificare 17 immobili sequestrati alla mafia

Tempo di lettura: 2 minuti

Tra questi anche un immobile situato a Costa Masnaga

L’assessore regionale De Corato: “Le strutture saranno destinate ad emergenze abitative, Polizia Locale e associazioni”

COSTA MASNAGA – Regione Lombardia ha finanziato, con oltre un milione di euro (1.000.359 euro), la ristrutturazione di 17 immobili sequestrati alla criminalità organizzata tra i quali anche un immobile situato a Costa Masnaga.

Ad annunciarlo è l’assessore regionale alla Sicurezza, Polizia locale ed Immigrazione, Riccardo De Corato: “Queste strutture saranno destinate per emergenze abitative, per la Polizia Locale e per le associazioni. Si tratta di un importante segnale che diamo al territorio. Ogni immobile ridato alla comunità è un messaggio chiaro: lo Stato vince sempre contro le organizzazioni criminali”.

Il 17 Ottobre del 2017 lo stesso De Corato firmò il Protocollo d’intesa per la gestione e lo sviluppo dei beni e delle aziende sequestrate e confiscate, promosso dal Tribunale di Milano insieme all’ANBSC (Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei
beni sequestrati e confiscati alla criminalita’ organizzata), Prefettura di Milano, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano, Ordine degli Avvocati di Milano,
Comune di Milano e Regione Lombardia.

“Con quel documento – sottolinea l’assessore regionale alla Sicurezza – ci eravamo posti l’obiettivo della realizzazione di un tavolo tecnico per la verifica delle modalità adottate nella gestione dei beni sequestrati e confiscati, la salvaguardia e la gestione ottimale
dei beni affinché fosse favorita una loro destinazione sociale virtuosa in tempi rapidi e la tutela dell’unita’ aziendale e dell’occupazione nelle aziende confiscate. A distanza di due
anni, possiamo dire, che quell’obiettivo è stato raggiunto”.

In Regione è stata creata una piattaforma per la geolocalizzazione di tutto
questo patrimonio. “Secondo l’ANBSC – conclude De Corato – in Lombardia ci sono 1.879 immobili e 273 aziende in gestione e 1.153 immobili e 85 aziende destinati”.

Sono 17 le domande di contributo per il recupero di immobili confiscati alla criminalità organizzata inviate dai seguenti enti: Usmate Velate (MB), Fino Mornasco (CO), Castel Mella (BS) e Provincia di Cremona, Cantù (CO) e Cesano Boscone (MI), Verolanuova (BS), Segrate (MI), Bollate (MI), Pieve Fissiraga (LO) e, come anticipato,  Costa Masnaga (LC).