Valsassina. Comunità Montana: 22 Comuni hanno aderito al Suap

Tempo di lettura: 2 minuti
Il presidente della Comunità Montana, Carlo Signorelli

Il presidente Signorelli: “Lieti di avere dato avvio a un servizio innovativo che libera i comuni aderenti da impegni gravosi”

BARZIO – Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) in gestione associata della Comunità montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera ha preso avvio il 1 luglio con l’adesione di 22 comuni e la collaborazione operativa della Camera di Commercio.

Nei primi 12 giorni sono state protocollate 36 pratiche di 12 comuni aderenti, le più numerose pervenute da Bellano (7), Ballabio e Perledo (5) e Premana (4).

“Il Sito istituzionale – spiega il presidente della Comunità Montana Carlo Signorelli è stato implementato con una pagina dedicata all’indirizzo www.valsassina.it/pagina.php?id=563 unitamente al collegamento con il sistema di pagamento pagoPA al link www.valsassina.it/pagopa-inizio.php. Nella pagina dedicata sono illustrate le modalità di inoltro delle pratiche, i diritti di segreteria, i contatti, gli orari e le FAQ; c’è l’attività di implementazione con video tutorial e sportello on line con possibilità di compilazione di un format per l’inoltro automatico di quesiti specifici”.

Nei primi 12 giorni di attività sono state presentate al nuovo SUAP attraverso la piattaforma “impresainungiorno” 36 pratiche, con riscontro ed inoltro delle stesse nei 5 giorni previsti dalla Linee Guida Operative definite con Camera di Commercio e Digicamere.

“Unica criticità riscontrata – prosegue il presidente – riguarda le tempistiche delle pratiche per le manifestazioni estive. A riguardo si raccomanda la presentazione delle richieste con congrua tempistica, soprattutto quando si richiede la deroga per i limiti acustici”.

Quindi Signorelli ha concluso: “Siamo lieti di avere mantenuto i tempi previsti dando avvio a un servizio innovativo che libera i comuni aderenti da impegni gravosi, accorcia i tempi e migliora l’efficienza amministrativa. Si pensi che la risposta media alle prime pratiche pervenute è stata di sole 48 ore. Grazie ancora a tutti i nostri dipendenti che hanno reso possibile il progetto ed in particolare alla dottoressa Giulia Vetrano e all’Ing. Davide Maroni nonchè alla Camera di Commercio che ha accettato con noi questa sfida che consideriamo uno dei più importanti successi della nostra amministrazione”.