Taglio del nastro per la casetta di legno al parco Grignetta di Ballabio

Il sindaco Consonni: “Vogliamo sia disponibile per il più ampio numero di persone possibile”

Il taglio del nastro della casetta in legno al parco Grignetta

BALLABIO – Inaugurata oggi, sabato, la casetta di legno realizzata al parco Grignetta di Ballabio.

Voluta dall’amministrazione comunale allo scopo di rispondere alle esigenze espresse da giovani, associazioni e turisti la casetta si presta a ospitare iniziative conviviali e incontri in ogni stagione e con qualsiasi condizione meteo.

All’inaugurazione, oltre agli amministratori ballabiesi erano presenti anche alcuni volontari della Protezione Civile che in mattinata hanno preso parte all’esercitazione Fiumi Sicuri.

“Quella che vediamo oggi è una baita che si presta a ospitare incontri pubblici, corsi, attività extra scolastiche e ogni genere di iniziativa anche turistica – ha detto il sindaco Alessandra Consonni -. Una struttura bella e compatibile con un parco di montagna che occupa lo stesso spazio del tendone che c’era prima che, però, non poteva essere utilizzato per diversi mesi all’anno”.

Don Benvenuto Riva e il sindaco Alessandra Consonni

“La casetta potrà ospitare al proprio interno eventi in qualsiasi stagione e con qualsiasi condizione meteo. La casetta è in legno ignifugo, dotata di corrente elettrica, è coperta dalla linea wi-fi free ed è riscaldata da una stufa. Stanno già arrivando diverse richieste da parte delle associazioni e vogliamo che sia disponibile per il più ampio numero di persone possibile, soprattutto ai giovani, anche in orario serale”.

Il sindaco ha ringraziato l’assessore Anna Consonni, Regione Lombardia, le comunità montane Valsassina e Lario Orientale Valle San Martino e tutti coloro che si sono dedicati alla realizzazione dell’opera.

“Speriamo sempre di riuscire a portare ai nostri comuni finanziamenti per riuscire a realizzare questo tipo di interventi” ha detto l’assessore della comunità montana Lario Orientale Alessandro Paroli.

Dopo il taglio del nastro la benedizione del parroco don Benvenuto Riva, quindi tutti a tavola per gustare il ricco buffet dopo una mattinata di lavoro.