Carovana del Sorriso premia i suoi volontari: “Siete un capitale umano importantissimo”

Tempo di lettura: 4 minuti
Il presidente Beppe Mambretti con Mauro Piazza, consigliere regionale e volontario

“Esserci a prescindere”: questo il faro che guida il presidente Mambretti e tutti i volontari

Lunedì pomeriggio una piccola cerimonia di ringraziamento per l’attività svolta nei lockdown

LECCO – “Esserci a prescindere”. Queste le poche semplici parole con cui Beppe Mambretti, presidente de La Carovana del Sorriso Odv, ha spiegato le motivazioni che hanno spinto i volontari dell’associazione a mettersi a disposizione della città di Lecco (e non solo) durante i momenti più difficile del primo e del secondo lockdown.

La coordinatrice dei volontari Francesca Fiori Galli

Consegna della spesa e delle medicine alle persone più deboli, servizi di trasporto, telefono amico contro l’isolamento, preparazione di pasti per i bisognosi, queste sono solo alcune delle attività che hanno visto impegnati una quarantina di volontari dell’associazione presieduta da Mambretti. A coordinare questo “capitale umano” Francesca Fiori Galli: “Abbiamo solo pensato di metterci a disposizione di chi aveva più bisogno – ha detto -. Siamo riusciti a costruire un gruppo fantastico che si è impegnato in qualsiasi tipo di attività. A ognuno dei volontari va il nostro grazie perché siamo riusciti a costruire una comunità”.

Il sindaco Mauro Gattinoni e Beppe Mambretti
Il sindaco Mauro Gattinoni e Beppe Mambretti

La Carovana del Sorriso nasce 12 anni fa da un’intuizione del presidente Beppe Mambretti con lo scopo di portare aiuti all’estero, ma i suoi volontari non si sono tirati indietro quando, durante la pandemia, la richiesta d’aiuto è arrivata dalla porta accanto: “Nel momento del bisogno abbiamo deciso di essere presenti – ha aggiunto Mambretti -. Siamo andati nel cortile del vicino, abbiamo bussato alla porta accanto… abbiamo deciso di ‘esserci a prescindere’ “.

Nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì, nella sala conferenze di Confcommercio Lecco, si è tenuta una piccola ma sentitissima cerimonia di riconoscimento dedicata all’impegno dei volontari. “Solidarietà e pragmatismo, questi sono i tratti distintivi dei lecchesi, persone che non si tirano mai indietro quando serve – ha detto il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni -. A voi tutti va un ringraziamento sincero da parte della città”.

Il consigliere regionale Mauro Piazza
Il consigliere regionale Mauro Piazza

Tra i volontari dell’associazione anche il consigliere regionale Mauro Piazza: “Dare una mano alla Carovana del Sorriso è stata una scelta vissuta con grande naturalezza, Beppe grazie alle sue grandi capacità è stato capace di far lievitare queste iniziative – ha detto -. Non c’è nulla di speciale in quello che abbiamo fatto: in un momento difficile ci siamo semplicemente rimboccati le maniche. Poi io sono una persona positiva e credo che il bene generi il bene”.

Andrea e Gaia
Andrea e Gaia

Ad uno ad uno sono saliti sul palco tutti i volontari a cui è stato consegnato un attestato, un piccolo segno di riconoscimento per l’aiuto che è stato fornito durante quelle settimane difficili. Due gadget sono stati consegnati anche a due giovani lecchesi, Gaia e Andrea, che hanno vissuto un’importante esperienza al Charity Village Tanzania della Carovana del Sorriso.

Margherita Castellan di Mission Bambini
Margherita Castellan di Mission Bambini

Un’associazione viva che, proprio dalla pandemia, ha trovato nuove forze per aderire a un nuovo importantissimo progetto, Mission Bambini, una fondazione italiana nata nel 2000 con lo scopo di dare un aiuto concreto ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione o che hanno subito violenze fisiche e morali. Alla serata ha partecipato la responsabile della fondazione Margherita Castellan che ha elogiato i valori di Carovana del Sorriso e ha espresso tutta la sua felicità per questa nuova collaborazione: “Questa sera ho trovato una comunità e una famiglia e Mission Bambini ha trovato un capitale umano molto importante”.