Nove sanitari positivi nonostante il vaccino. Regione: “Possibile, nessuna preoccupazione”

Tempo di lettura: < 1 minuto

Tra gli operatori sanitari vaccinati in Lombardia, nove sono risultati positivi al Covid

“Fenomeno possibile, nessun dubbio su copertura vaccinale. Il vaccino riduce l’impatto sulla malattia”

MILANO – Tra gli operatori sanitari lombardi che hanno effettuato la vaccinazione Covid sono state riscontrate 9 positività successive a vaccinazione, estratte dall’elenco dei positivi inviati alla genotipizzazione per ricerca di varianti. Lo ha fatto sapere Regione Lombardia.

“Le indicazioni ministeriali infatti prevedono che le positività in soggetti vaccinati vengano indagate per la ricerca di varianti – spiegano dall’ente – Occorre precisare che la genotipizzazione è effettuata su campioni con carica virale elevata. Tale situazione non induce a preoccupazioni o dubbi circa la validità della copertura vaccinale. I dati della letteratura scientifica evidenziano infatti il fenomeno della possibilità che soggetti vaccinati possano infettarsi. La monitorizzazione avviata serve a identificare eventuali infezioni dovute a varianti del Covid”.

“Aria spa sta predisponendo una query strutturata per incrociare stabilmente l’elenco dei vaccinati con l’elenco dei positivi, potendo così monitorare continuativamente il numero di questi soggetti – spiegano da Regione –  Il vaccino serve a ridurre l’impatto della manifestazione clinica della malattia e pertanto rimane la principale arma per vincere la pandemia”.