Test sierologici al CAB, l’analisi dello screening su quasi 2000 pazienti

Tempo di lettura: 2 minuti

Il direttore Paolo Godina: “Una persona su sei è venuta a contatto con il virus”

Complessivamente l’82,3% dei pazienti è risultato negativo e il 16,1% positivo

BARZANO’ – “Una persona su sei è venuta a contatto con il virus”. Lo afferma Paolo Godina, direttore di Cab Polidiagnostico di Barzanò, analizzando un interessante screening sui quasi 2000 pazienti sottoposti ai test Anticorpi anti Sars-Cov-2 IgG presso i centri Glab.

Il laboratorio del gruppo utilizza la metodica Abbott con un dosaggio immunologico chemiluminescenze a cattura di micro particelle (cmia). “I dati parlano dell’82,3% di pazienti negativi, mentre il 16,1% è positivo. In questo caso parliamo di persone venute in contatto con il virus che hanno sviluppato anticorpi e che necessitano di verifica dell’infettività , ma sono verosimilmente immuni – continua Godina – Resta un residuo 1,6% di test dubbi che necessitano di ulteriori approfondimenti diagnostici”.

I primi 200 tamponi realizzati evidenziano il 94,2% negativi, 3,4% positivi (con carica virale elevata e potenzialmente infettivi) e il 2,4% con carica virale bassa. “I risultati parziali indicano un dato di contagio non è elevatissimo. Riteniamo che sia addirittura sovrastimato, in realtà la popolazione che è venuta a contatto con il virus è più bassa, poiché le persone che si sono “precipitate” a fare l’esame nelle prime settimane sono probabilmente persone che hanno avuto sintomi, oppure sono state a contatto con pazienti positivi. Questi dati, a disposizione dei Medici di Medicina Generale e dell’Ats, possono aiutare a isolare i pazienti ancora potenzialmente infetti e a gestire al meglio l’andamento della Pandemia che in questo periodo sembra darci fortunatamente tregua”.

Per info e prenotazioni del test è possibile consultare il sito web