Vaccini anti Covid in azienda, al via la mappatura delle ‘fabbriche di comunità’

Tempo di lettura: 2 minuti

L’incontro tra Prefettura, Confindustria e Ats Brianza

Un tavolo tecnico-operativo che procederà alla mappatura delle imprese del territorio lecchese disponibili a mettere i propri spazi al servizio della campagna vaccinale

LECCO – Si è svolto questo pomeriggio, mercoledì, in modalità videoconferenza, un incontro finalizzato a declinare operativamente, a livello provinciale, la collaborazione offerta da Confindustria al Sistema Sanitario, a garanzia del contrasto alla diffusione del Covid.

Una collaborazione che, come precisato, ha il fine di creare un ulteriore canale di somministrazione delle vaccinazioni antiCovid-19 che non supera le priorità individuate a livello nazionale e i criteri previsti nel Piano Regionale Vaccini, che rimangono integralmente confermati.

All’incontro, coordinato dal Prefetto di Lecco Castrese De Rosa, hanno preso parte i vertici provinciali di Confindustria nelle persone del Presidente Lorenzo Riva e del Direttore Generale Giulio Sirtori,  il Direttore Generale Silvano Casazza ed il Direttore Sanitario Emerico Panciroli di ATS Brianza, il Direttore Generale di ASST Lecco Paolo Favini ed il Presidente della Provincia Claudio Usuelli.

Nel corso dell’incontro è stato deciso di costituire tempestivamente un tavolo tecnico-operativo che procederà alla mappatura delle imprese del territorio lecchese disponibili a mettere i propri spazi al servizio della campagna vaccinale e che formeranno oggetto di uno specifico screaning per verificarne la rispondenza ai prescritti requisiti strutturali e di funzione e l’idoneità ad essere configurate come siti vaccinali necessari.

“Poiché è assolutamente prioritario procedere alla copertura vaccinale  più ampia possibile della popolazione nella maniera più rapida ed efficiente,  consentendo la più veloce e solida ripresa delle attività sociali ed economiche, del lavoro e del reddito di tutti gli italiani, la Prefettura sarà a fianco, come sempre, alle autorità sanitarie e al mondo produttivo che vuole dare una risposta concreta alla necessità di vaccinare il maggior numero di persone con massimi livelli di sicurezza” ha commentato il Prefetto De Rosa a conclusione dell’incontro. Il Tavolo si riaggiornerà nei prossimi giorni a valle della preliminare attività di ricognizione.