Diga di Pagnona, Enel può ricostruire l’accesso, poi la rimozione dei detriti

Tempo di lettura: 1 minuto

Il via libera della Protezione Civile a Enel

Il sindaco Cassinelli: “Grazie al Prefetto per essersi fatto parte attiva, ora speriamo si lavori velocemente”

DERVIO – “Ho avuto modo di confrontarmi con la Prefettura e oggi abbiamo saputo che il capo dipartimento della Protezione Civile Borrelli ha dato il via libera agli interventi per sistemare l’accesso alla diga di Pagnona in deroga per velocizzare i tempi”.

Lo ha annunciato il sindaco di Dervio Stefano Cassinelli all’indomani delle segnalazioni sullo stato della diga di Pagnona, ancora piena di fango, detriti e legno: “La situazione, allo stato attuale, è ancora di pericolo per il nostro paese, dovesse esserci un’altra bomba d’acqua vorrei scongiurare una situazione come quella del 12 giugno scorso” aveva dichiarato Cassinelli.

Dalle ore 12 di oggi, mercoledì, i tecnici Enel, società proprietaria della struttura, sono al lavoro per la ricostruzione dell’accesso alla diga, a cui farà seguito la rimozione dei detriti: “Ad Enel è stata concessa la deroga ad alcune norme proprio per accorciare i tempi – ha spiegato Cassinelli – sono davvero grato al Prefetto per essersi fatto attivo in questa vicenda. Ora mi auguro che Enel faccia veloce: settimana prossima andrò con loro a fare un nuovo sopralluogo sulla diga per verificare la situazione” ha concluso.