Cernusco, 28 casi di contagio. Il sindaco: “Più controlli con la Polizia locale”

Tempo di lettura: 2 minuti

13 le morti dall’inizio della pandemia, non tutte riconducibili con certezza al coronavirus

Il sindaco invita a non abbassare la guardia e a rispettare in maniera scrupolosa le regole

 

CERNUSCO LOMBARDONE – Sono saliti a 28 i casi accertati di infezione da covid 19 a Cernusco, paese dove si contano 13 decessi dall’inizio della pandemia, non tutti riconducibili con certezza a covid 19, ma in alcuni casi lo stato di salute precario di alcune persone anziane è peggiorato rapidamente in un contesto così drammatico.

Ad aggiornare la situazione sull’emergenza coronavirus è il sindaco Giovanna De Capitani che ha rivolto un pensiero alle “numerose famiglie coinvolte e alla dolorosa tristezza che permane in questo momento in tante nostre case. Anche la mia famiglia oggi è stata toccata dalla morte di un parente per Covid 19 e vivo insieme a voi la forte preoccupazione che ci attanaglia in questo periodo”.

Una situazione difficile di fronte alla quale il sindaco ha auspicato ancora una volta l’impegno e il rispetto delle regole per tutelare la salute pubblica. “In particolare richiamo ad una rigida osservanza del divieto di uscire dalla propria abitazione  per le persone in quarantena o con sospetto di contatto con soggetti positivi al virus. E’ un impegno morale e civile evitare qualsiasi rischio di contagio ad altri cittadini, soprattutto se vicini di casa inconsapevoli”.

Alla luce di ciò il sindaco ha chiesto alla Polizia Locale di incrementare i controlli. “I trasgressori devono essere consapevoli che si tratta di un grave reato penale perseguibile con la reclusione, oltre ad una sanzione amministrativa che arriva fino a 5mila euro”.

Da settimana prossima inoltre inizierà la distribuzione dei buoni spesa prevista dall’ordinanza della Protezione Civile del 30 marzo 2020. I cittadini riceveranno tutte le informazioni, e la modulistica necessaria per presentare la richiesta, attraverso i canali on line. “E’ stata definita, in accordo con tutti i Comuni del Meratese, una procedura semplice e snella per favorire facilmente l’accesso alla erogazione dei buoni spesa. A breve ci occuperemo anche di trovare modalità adeguate di supporto alle attività commerciali, artigianali e alla piccola e media imprenditoria che ha dato tanto al nostro territorio e che ora deve giustamente essere aiutata a superare questo grave momento di crisi economica”.