Mandic: il 26 settembre Open Day dell’Ambulatorio di Endocrinologia Pediatrica

Tempo di lettura: 2 minuti
L'Ospedale Mandic di Merate

Ritorna l’appuntamento promosso da Asst e A.Fa.D.O.C.

L’open day al Mandic di Merate venerdì 26 settembre

MERATE – Anche per quest’anno, dopo la buona riuscita del 2018, l’ASST di Lecco rinnova l’adesione all’Open Day organizzato in tutta Italia dall’A.Fa.D.O.C. (Associazione Famiglie di soggetti con Deficit dell’Ormone della Crescita ed altre patologie rare) in occasione della Giornata Mondiale di sensibilizzazione sulla crescita dei bambini (International Children’s Growth Awareness Day), patrocinata anche dal Ministero della Salute.

Presso l’Ospedale Mandic di Merate, infatti, venerdì 26 settembre, dalle 10.00 alle 13.00 e, nel pomeriggio, dalle 14.00 alle 17.30, gli specialisti dell’Ambulatorio di Endocrinologia Pediatrica saranno a disposizione di tutte le famiglie interessate alla valutazione della crescita e dello sviluppo dei propri figli, in età compresa tra gli 0 e 18 anni.

Le visite e i consulti endocrinologici sono gratuiti, senza la necessità di un’impegnativa medica quindi, ma la prenotazione è obbligatoria, telefonando, da lunedì a venerdì, ai numeri 039/5916342-936.

“Questa giornata – spiega Francesca Cortinovis, endocrinologa pediatrica del Mandic – vuole rendere noti i problemi legati alla crescita irregolare dei bambini e dei ragazzi. L’obiettivo è far comprendere a tutti che la crescita del bambino è il miglior indicatore del suo stato di salute, pertanto in caso di crescita irregolare è importante far valutare il proprio bambino: il fattore tempo, infatti, è estremamente importante proprio perché una crescita irregolare potrebbe nascondere problematiche mediche”.

Presso l’Ambulatorio Endocrinologico Pediatrico dell’ASST di Lecco, uno dei centri prescrittori dell’ormone della crescita in Regione Lombardia, sono stati visitati nel 2018, 243 piccoli pazienti ma “i numeri per questo 2019 sono in aumento – puntualizza Francesca Cortinovis – tanto da stimare, entro la fine dell’anno, più di 300 visite effettuate”.

“Se la famiglia ha un minimo dubbio sulla crescita del loro bambino – continua la pediatra di Merate – il nostro consiglio è quello di non aspettare. Nella visita endocrinologa, dopo la valutazione di una serie di parametri fisici e anamnestici, viene stabilita la necessità di ulteriori approfondimenti che possono senz’altro aiutarci a capire le cause dell’anomalia della crescita e rispondere prontamente con cure appropriate”.