Dal 29 aprile i bambini verranno trasferiti nell’ex scuola materna Sacro Cuore di Rovagnate

L’intervento mira a riorganizzare gli spazi interni per fare fronte al numero crescente di alunni

SANTA MARIA HOE’ – Trasloco in vista per i piccoli studenti della scuola dell’infanzia Gorizia. Partiranno infatti il 29 aprile i lavori di riqualificazione dell’immobile che da anni ospita l’asilo di Santa Maria Hoè. Un intervento corposo che, pur non andando a toccare la volumetria totale, andrà a riorganizzare gli spazi interni della struttura per far fronte al numero crescente degli alunni.

L’ingresso alla scuola dell’infanzia Gorizia di Santa Maria Hoè

I lavori, stimati in 107mila euro, sono stati già appaltati alla ditta Bonfanti e inizieranno appena dopo le vacanze di Pasqua.

Lavori da fine aprile fino ad agosto

Il cronoprogramma prevede una durata di alcuni mesi, con termine ad agosto. Per evitare la compresenza di alunni, tra l’altro molto piccoli, e cantiere, l’amministrazione comunale, proprietaria dell’immobile, e l’ente morale che gestisce la scuola, hanno deciso di trasferire per alcuni mesi l’attività didattica all’interno dell’ex scuola materna di Rovagnate.

Il sindaco Efrem Brambilla

Una struttura, quest’ultima, chiusa lo scorso settembre, proprio a seguito della fusione dell’ex scuola Sacro Cuore nella materna Gorizia. Spiega il sindaco Efrem Brambilla: “Grazie alla disponibilità del parroco, don Paolo Brambilla, i bambini verranno temporaneamente trasferiti a Rovagnate, così da poter chiudere l’anno scolastico lì in tutta sicurezza e tranquillità. Da settembre poi torneranno in via don Perego”.

Trasloco grazie ai volontari durante le vacanze di Pasqua

Un gruppo di volontari, capitanati dal presidente del consiglio di amministrazione dell’ente Licia Mozzanica, si occuperà, durante le vacanze pasquali, del trasloco. “Facciamo tutto questo per i bambini, per dare loro una scuola più accogliente e funzionale. I lavori previsti hanno una durata tale che sarebbe stato impossibile effettuarli esclusivamente nelle vacanze estive. Abbiamo scelto di anticiparli a fine aprile così da arrivare per settembre con una scuola profondamente migliorata per tutti i bambini”.

Brambilla: “Meglio ora che dopo”

L’amministrazione comunale ha dovuto schiacciare, e non poco, i piedi sull’acceleratore per arrivare all’aggiudicazione del bando, così da poter arrivare ad avere, già oggi, una data di inizio cantiere. “Ringrazio l’ufficio tecnico e il mio vice Miriam Brusadelli per l’impegno profuso in questo progetto. L’intervento riguarderà la riorganizzazione degli  spazi interni per fare fronte al numero crescente di alunni.

107mila euro di lavori

“Verranno demolite alcune pareti interne in modo da dare una nuova architettura interna alle aule e, più in generale, agli spazi. E’ previsto un nuovo locale per le dispense e verrà anche ampliato il salone, che sarà anche dotato di una ulteriore parete vetrata in modo da aumentare la luminosità interna. Da potenziare anche i servizi igienici con la posa di nuovi sanitari. Ci sarà anche un nuovo elevatore per superare così le barriere architettoniche e la vecchia canna fumaria verrà anche sostituita con una più efficiente e meno invasiva”. Il sindaco continua: “Abbiamo già in programma di effettuare un secondo lotto di lavori per realizzare un nuovo refettorio. In questo caso è previsto chiaramente un aumento della volumetria”.

In settimana un incontro con le famiglie

Di questo intervento se ne parlerà comunque più avanti. Ora ci sono un trasloco e un cantiere a cui pensare. Settimana prossima è previsto un incontro tra l’amministrazione comunale e i genitori degli iscritti alla scuola materna di via Don Perego per illustrare, punto per punto, la situazione.