Pescate. Prorogato l’obbligo della mascherina sulla ciclopedonale

Tempo di lettura: 1 minuto
Il sindaco di Pescate Dante de Capitani

Mascherina anche per chi fa attività sportiva intensa

“Voglio tutelare i cittadini e i fruitori dei parchi a lago”

PESCATE – E’ stata prorogata fino al 14 giugno prossimo l’ordinanza del sindaco di Pescate che obbliga tutti i frequentatori della ciclopedonale e dei parchi a lago a utilizzare la mascherina a copertura di naso e bocca, anche per coloro che praticano attività sportiva intensa, che la Regione ha invece esonerato dall’obbligo.

Un provvedimento che aveva generato polemiche tra i corridori, i ciclisti: “Ho mantenuto convintamente l’obbligo, per tutelare cittadini e i fruitori dei parchi a lago – dice il sindaco Dante De Capitani -. Un provvedimento condiviso anche col sindaco di Garlate nel solco di una bella collaborazione che ci accomuna da anni, pur avendo orientamenti politici diversi.
E quindi, caro corridore, se vuoi correre da noi senza mascherina te ne vai sui sentieri del monte Barro o sulla strada provinciale, e non su una pista a lago larga due metri o poco più, alitando in faccia alle persone che ti passano a fianco. Ho anche incrementato la segnaletica con nuova cartellonistica chiedendo ai cittadini di redarguire i trasgressori senza mascherina perché potrebbero contagiare loro in primis”.