CHIERI – LECCO 3-3: Ferrandino (C) 25′,  D’Anna (L) 61′, Capogna (L) 68′, D’Iglio (C) 71′, Segato (L) 76′, Cirio (C) 93′.

I lariani vanno sotto nel primo tempo, pareggiano, si portano in vantaggio per due volte ma vengono beffati a tempo scaduto

CHIERI – Termina con uno spettacolare 3-3 la sfida esterna giocata dalla Calcio Lecco sul terreno di gioco del Chieri. Il vantaggio sul secondo posto resta di 15 punti dato il contemporaneo pareggio senza reti della Sanremese contro il Ligorna.

Primo tempo a favore del Chieri

In avvio di gara il Lecco si affaccia subito dalle parti di Tunno con D’Anna. Dopo questo primo tentativo però il pallino del gioco passa ai piemontesi che al 10′ si rendono molto pericolosi, quando Alborghetti è costretto ad un intervento in scivolata per chiudere su Gasparri, il quale sarebbe andato al tiro a botta sicura. Dal corner seguente Bani chiama Safarikas ad una deviazione sopra la traversa.

Al 15′ Bani va di nuovo alla conclusione che però questa volta è strozzata. Il maggior possesso palla premia comunque il Chieri che al 25′ trova la rete del vantaggio con Ferrandino, in gol dopo un mancato intervento di testa di Samake.

Il Lecco risponde alla mezz’ora con un colpo di testa di D’Anna, il quale si spegne a lato. Al 33′ i padroni di casa sono di nuovo pericolosi con D’Iglio direttamente da calcio di punizione: Safarikas però è attento e in tuffo sventa in angolo.

Negli ultimi dieci minuti del primo tempo i blucelesti alzano la pressione, costringendo il Chieri a rintanarsi nella propria metà campo. Il primo a rendersi pericoloso è D’Anna, poi si fa vedere anche Segato: in entrambi i casi Tunno è attento. Prima dell’intervallo c’è spazio anche per una doppia chance che vede protagonisti D’Anna e Malgrati con la difesa di casa che, seppur in affanno, sbroglia la situazione.

Ripresa scoppiettante

Con l’inizio del secondo tempo Gaburro cala subito la carta Pedrocchi, il quale prende il posto di Dragoni. Nei primi dieci minuti non si registrano occasioni da rete ma al 57′ il Lecco sfiora il pareggio con Capogna, il cui pallonetto supera Tunno terminando però la propria corsa contro il palo.

Il gol lecchese comunque è nell’aria e prontamente si materializza al 61′: Lisai crossa a centro area, Tunno esce coi pugni con la palla che giunge sui piedi di D’Anna che non deve far altro che realizzare in tap-in.

A questo punto la gara s’infiamma del tutto e al 68′ Capogna ribalta la situazione al termine di un’azione rocambolesca in area torinese, cui seguono le veementi proteste dei locali. Ma lo spettacolo è solo a metà perchè dopo tre giri d’orologio D’Iglio inventa una gran traiettoria da fermo che non lascia scampo a Safarikas e riporta il punteggio in parità.

Il Lecco però non è ancora domo e al 76′ rimette la testa avanti grazie a Segato, in rete con uno splendido colpo di tacco. Negli ultimi dieci minuti i blucelesti difendono coi denti il prezioso gol di vantaggio ma al 93′ vengono beffati dal gol di Cirio che fissa il risultato finale sul 3-3.