Scherma. Bravi gli sciabolatori al “Trofeo d’autunno”.

Tempo di lettura: 1 minuto
Il maestro Buenza con la squadra di sciabolatori

Bronzo per Francesca Mapelli.

In difficoltà gli spadaccini.

MONZA – Lo scorso fine settimana il Circolo della Scherma di Lecco ha partecipato al “Trofeo d’autunno”, appuntamento ormai abituale nel calendario della società bluceleste. Sciabolatori e spadaccini si sono fatti valere, coi primi che hanno ottenuto risultati decisamente migliori.

Sabato hanno iniziato gli allievi della spada. Filippo Rigamonti non ha fatto bene, perdendo tutte le sfide del girone di qualificazione e anche il primo turno di diretta. Matilde Brambilla e Angelica Fumagalli hanno ottenuto lo stesso risultato nel girone – due vittorie, quattro sconfitte – e pure nella fase di diretta: entrambe fuori al primo turno, la prima contro la milanese Mattaini, la seconda contro l’atleta della Pro Patria Cecchet.
La classifica ha visto Rigamonti finire 38°, Brambilla 18° e Fumagalli 20°.

Domenica una nutrita truppa di sciabolatori si è presentata al via della categoria Open. Il miglior risultato lo ottiene Francesca Mapelli, in grado di battere nei quarti di finale l’altra lecchese Marina Maugeri. In semifinale la sconfitta contro la varesina Hohenadel le vale comunque la medaglia di bronzo.
Eliminata ai quarti Alessia Carnovali, che chiuderà settima, una posizione dietro alla Maugeri.

Per quanto riguarda i maschi, il migliore è stato Matteo Valsecchi, sconfitto nei quarti di finale dal bresciano Soave (9-15), che il turno prima aveva già fermato la corsa dell’altro lecchese Michelangelo Piolini (8-15).
In classifica Valsecchi chiuderà 7°, Piolini 13°.