Scherma. I giovani lecchesi in gara al “Joy of moving”

Tempo di lettura: 1 minuto

Prove incolori per gli spadaccini

La migliore è Angelica Fumagalli (84°)

VERCELLI – Quattro giovani spadaccini del Circolo della Scherma di Lecco sono scesi in pedana a Vercelli, al primo grand prix “Joy of moving”.

L’unico maschietto è stato Filippo Rigamonti, autore di una prova assolutamente incolore: zero vittorie e ultimo posto in graduatoria.

Per le bambine, Angelica Fumagalli (Ragazze) ha fatto poco di più, vincendo un paio di assalti in qualifica e venendo eliminata subito dalla ligure Bragato (4-15).

In categoria Allieve, Alice Agostani e Matilde Brambilla hanno fatto un percorso identico: una sola vittoria nel girone di qualificazione e una netta eliminazione al primo turno di diretta. Alice è stata infilzata dalla catanese Ortoleva (8-15), mentre Matilde dalla Paladino (5-15).

La classifica finale vede Fumagalli terminare col miglior ranking (84°). Oltre la centesima posizione Brambilla (108°) e Agostani (115°).