Scherma paralimpica. Il Circolo della Scherma fa il pieno di medaglie

Tempo di lettura: 1 minuto
Spreafico, Brunati e Della Vedova

Quattro atlete premiate.

Due medaglie a testa per Brunati, Della Vedova e Spreafico.

BUSTO ARSIZIO – Il Circolo della scherma di Lecco si conferma tra le migliori case d’armi italiane per quanto riguarda la scherma paralimpica. Nelle gare disputate a Busto Arsizio, valide per la prima prova nazionale, le atlete blucelesti hanno ottenuto diverse medaglie.

Sabato, nel torneo di sciabola, Sofia Brunati e Sofia Della Vedova (Cat. A) hanno occupato i gradini più bassi del podio. Le ragazze si sono scontrate nella semifinale e ad avere la meglio è stata la Brunati (15-10).
In finale l’atleta lecchese ha però perso nettamente contro la Mogos (4-15).
In categoria B, bronzo per Matilde Spreafico, che perde male la sfida di semifinale contro la padovana Nocent (2-15).

Domenica le atlete sono scese in pedana nel torneo di spada. Il Circolo della scherma ha occupato ancora i due gradini più bassi del podio. La romana D’Agostino ha battuto in semifinale Sofia Brunati (13-15) e in finale la Della Vedova con lo stesso punteggio.
Brave anche Matilde Spreafico – ko in finale dalla Palmieri – ed Elena Valsecchi, medaglia di bronzo in Cat. C dopo la sconfitta contro la bustocca Bochicchio.