Basket prestagionale. Mandello torna alla vittoria sul campo di Pescate

Tempo di lettura: 2 minuti
Stefano Radaelli (Tecnoadda Mandell)

I mandellesi vincono i primi quattro quarti, Pescate il quinto

Non pienamente soddisfatto coach Tocalli. “Dobbiamo essere intensi per 40 minuti”

MANDELLO – La Tecnoadda Mandello torna alla vittoria due giorni dopo la sconfitta di misura sul campo di Monza. I ragazzi di coach Federico Tocalli hanno espugnato il campo dell’Autovittani Pescate (Serie D), vincendo quattro quarti su quatto e perdendo il quinto, giocato senza fermare il cronometro.

Mandello – senza Marrazzo, scavigliato – approfitta di una batteria di lunghi troppo imponente per Pescate, che non può contare sull’apporto di Omar Longhi, fermo per infortunio. Il primo (6-18) e il secondo quarto (12-21) sono vinti da Mandello in tranquillità.
Nella ripresa Pescate riesce a reggere meglio il colpo, perdendo di tre punti (13-16 e 19-22) i restanti due quarti e vincendo l’ultima frazione (11-9).

Il punteggio totale vede vincere Mandello 50-77.

“Al di là del risultato, non sono molto soddisfatto – dichiara coach Tocalli – non siamo stati intensi e abbiamo avuto troppi black out. Dobbiamo essere intensi per quaranta minuti e stiamo facendo tanta fatica in attacco”.

“Dopo due settimane di allenamenti credevo di trovare una squadra un po’ indietro, ma invece abbiamo tenuto, nonostante le assenze di Longhi e Tentori – dichiara il coach di Pescate Igor Amadori – tatticamente e tecnicamente siamo giustamente indietro, ma spero che già dall’amichevole di lunedì prossimo contro Tavenerio potremo fare meglio. Mandello è fisicamente devastante, ma come prima sgambata sono contento, anche dell’apporto dei nuovi arrivati”.

AUTOVITTANI PESCATE – TECNOADDA MANDELLO 50-77
PARZIALI: 6-18; 12-21; 13-16; 19-22; 11-9