Triplice vittoria per le squadre lecchesi di Serie D impegnate venerdì sera

Mandello vince lo scontro “tra seconde” e aggancia momentaneamente l’Edilcasa Civatese

MANDELLO – Lo scontro tra le seconde in classifica premia la Tecnoadda Mandello di coach Marco Pozzi, in grado di silenziare l’attacco atomico della Pol. La Torre.

L’inizio di gara è tutto per la formazione arancioblu, che mette in mostra una grandissima abnegazione difensiva. Mandello chiude il primo quarto con un piccolo vantaggio (27-20) e riesce ad estenderlo ancora a metà partita (47-36).
Nella ripresa i lariani hanno un attimo di sbandamento nel terzo quarto (59-54), ma sarà solo un momento. Nell’ultima frazione il canestro di Mandello diventa inespugnabile e il divario tra le formazioni si dilata fino a superare i venti punti di scarto (84-62).

Sono contento – dichiara coach Pozzi – loro fuori casa segnano oltre ottanta punti di media e noi li abbiamo tenuti a poco più di sessanta. Il lavoro fatto durante la settimana ha pagato.”

TECNOADDA MANDELLO – POL. LA TORRE 84-62
PARZIALI:27-20, 47-36, 59-54, 84-62
MANDELLO: Tavola, Paduano 9, Balatti 8, Radaelli 20, Motta R. 9, Melzi 2, Crippa 5, De Gregorio, Anghileri 11, Pozzi 4, Zucchi, Marrazzo 16. All. Pozzi


CESANA BRIANZA – Dura sostanzialmente solo un quarto la sfida tra l’Autovittani Pescate e il fanalino di coda ARS Rovagnate. La formazione di coach Luca Lorenzon coglie due punti importanti e si lancia all’inseguimento di Verdello per centrare il nono posto, utile per evitare i Play Out.

Il primo quarto vede la formazione di casa peccare un po’ sul piano difensivo, concedendo quasi venti punti agli avversari (28-19). Dalla seconda frazione in poi però l’Autovittani chiude la saracinesca a doppia mandata, guadagnando quasi venti punti di margine alla fine del primo tempo (43-25).
Sulla ripresa c’è poco da dire: coach Lorenzon amplia le rotazioni e dà spazio a tutti gli effettivi, ma questo non incide negativamente sul divario tra le due formazioni. L’Autovittani dilata ulteriormente il vantaggio dino al 78-50 del quarantesimo minuto.

Per noi questi sono due punti d’oro – dichiara coach Lorenzon – adesso abbiamo otto punti di vantaggio su Rovagnate e lo scontro diretto a favore.”

AUTOVITTANI PESCATE – ARS ROVAGNATE 78-50
PARZIALI: 28-19; 43-25; 56-35, 78-50
PESCATE: Butta 8, Monte 10, Radaelli, Mencarelli 5, Doka 7, Rotta 17, Nasatti 11, Galli 4, Brusoni 5, Longhi 6, Ghislanzoni 5, Maver. All. Lorenzon.


VERCURAGO – Terza vittoria consecutiva al PalaNovella per la Medinmove Vercurago. A cedere il passo alla formazione lecchese è stata l’esperta Cologno al Serio, alla fine di una battaglia durata quaranta intensissimi minuti.

Dopo un primo quarto equilibrato (16-16), i giovani coguari lasciano un po’ troppo spazio agli avversari all’inizio della seconda frazione, chiusa con un ritardo di cinque punti (31-36).
Nella ripresa la difesa della squadra di coach Michele Monti sale di livello e in meno di tre minuti la Medinmove mette il naso avanti (40-39), mantenendo un piccolo margine di vantaggio fino alla sirena finale nonostante i ripetuti tentativi di Cologno di ribaltare il match.
Vercurago vince 65-63 e prosegue il suo inseguimento verso un posto nella zona Play Off.

“I miei ragazzi hanno vinto una buona gara contro una squadra attrezzata e esperta. A parte il secondo quarto, ho visto la giusta mentalità nel gestire al meglio la ripresa, in un finale incandescente, nonostante i tanti errori ai liberi, cosa insolita nell’ultimo periodo” ha dichiarato coach Monti a fine gara.

MEDINMOVE VERCURAGO – BK COLOGNO AL SERIO 65-63
PARZIALI: 16-16, 31-36, 53-51, 65-63
VERCURAGO: Ratti 18, Colombo 2, Ghirlandi 8, Lomasto 10, Colosimo 5, Comi 3, Allevi 17, Bianchi 2, Marchesi, Todeschini, Molgora, Cianci. All. Monti