Un nuovo albero al Parco di Villa Gomes, i bimbi della Toti saranno i suoi custodi

Tempo di lettura: 3 minuti

Piantumato in piccolo pino domestico nel parco di Maggianico

L’iniziativa è promossa da Legambiente con il Comune, Piedibus e scuola primaria

LECCO – La meraviglia sul voto e un ‘wow’ pronunciato in coro: così i bimbi della E. Toti di Maggianico hanno accolto il nuovo arrivo al parco di Villa Gomes, un pino domestico che ha trovato spazio nel bel parco del quartiere.

Si tratta dell’iniziativa promossa da Legambiente in occasione della Giornata dell’Albero 2019 che coinvolge il Comune di Lecco attraverso gli assessorati all’ambiente e ella manutenzione e decoro urbano, nonché Eco 86 con il servizio Piedibus, con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità sui temi della cura e della salvaguardia dell’ambiente, responsabilizzando sin dalla tenera età sui valori del prendersi cura e del proteggere l’ecosistema, patrimonio collettivo.

Accanto all’albero è stata posta una targa con tutti i nomi degli alunni della classe prima della scuola primaria di Maggianico coinvolti che, ad uno ad uno, hanno aiutato a coprire con la terra il piccolo scavo creato per porre l’albero nel terreno.

“L’albero rappresenta il simbolo di un’attenzione alla dimensione ambientale che continua ad essere significativa e importante – commenta l’assessore all’ambiente del Comune di Lecco Alessio Dossi – per questo crediamo che la giornata possa ancora una volta arricchire gli studenti con un messaggio importante sulla dimensione arborea, luogo si stoccaggio di CO2 in grado di offrire servizi ecosistemici e non deve essere messo in disparte nelle valutazioni e nelle scelte quotidiani dei privati cittadini e della pubblica amministrazione”.

I bimbi della scuola hanno consegnato all’assessore una lettera rivolta al sindaco Brivio: “Caro sindaco Virginio, grazie per l’albero che ci hai affidato, ne avremo cura come un amico speciale. Sarà bello vedere ogni anno come cresce insieme a noi. Quando saremo grandi potremo sdraiaci alla sua ombra e ricordare questa giornata”.

 

Advertisement