Motoraduno Guzzi, Mandello aspetta la “carica dei 10.000”

Tempo di lettura: 5 minuti
Da sinistra Stefano Bonacina, Sergio Greppi, il sindaco Riccsrdo Fasoli, Luca Cantoni e Renato Zucchi, presidente del Gal.
Da sinistra Stefano Bonacina, Sergio Greppi, il sindaco Riccardo Fasoli, Luca Cantoni e Renato Zucchi, presidente del Gal.

 

MANDELLO – In bella evidenza il logo del 95° e l’aquila, simbolo della Casa di Mandello. A togliere il velo alla motocicletta che sarà assegnata al vincitore della sottoscrizione a premi abbinata al motoraduno internazionale del 9, 10 e 11 settembre sono stati, in sede di presentazione dell’evento nella sala polifunzionale del Lido comunale, il sindaco Riccardo Fasoli e Alberto Agliati, responsabile della concessionaria Agostini.

Si tratta di una V9 Roamer, unico esclusivo premio appunto della lotteria la cui estrazione è prevista per la sera di sabato 10, appena prima dello spettacolo pirotecnico che  a partire dalle 22.30 “accenderà” il cielo di Mandello.

La motocicletta è stata come detto svelata e ammirata dentro e fuori la sala polifunzionale. Oltre al sindaco, per l’occasione anche in veste di presidente del Comitato del Motoraduno, vi erano gli esponenti dei vari Guzzi club e altri protagonisti di un evento destinato a portare in riva al Lario un numero stimato in diecimila centauri, provenienti non soltanto da tutta Europa ma anche da altri continenti (già all’inizio della settimana prossima giungeranno a Mandello appassionati provenienti dall’Australia e dal Giappone).

Motoraduno-Guzzi_presentazione_2016 (2)

“Il motoraduno sarà un’occasione di festa e di svago – ha premesso il sindaco in sede di conferenza stampa – e noi vogliamo che questo evento da qui in avanti si rinnovi a cadenza annuale”. “Abbiamo lavorato tanto e bene – ha aggiunto – e il programma degli appuntamenti che andremo a proporre credo ne sia la conferma”.

Accanto a lui vi erano Stefano Bonacina, Sergio Greppi, Luca Cantoni e Renato Zucchi, quest’ultimo presidente del Gruppo amici Luzzeno. E in sala altri “attori” della kermesse che per tre giorni proporrà esposizioni, proiezioni cinematografiche, esibizioni motociclistiche, mostre, libri, sfilate, spettacoli musicali e altro ancora.

Immancabile (e imperdibile) il servizio di ristoro, che sarà proposto in diverse aree di Mandello, oltre che ad Abbadia Lariana.

Il sindaco Riccardo Fasoli e Alberto Agliati scoprono la V9 Roamer, premio unico della lotteria del motoraduno internazionale.
Il sindaco Riccardo Fasoli e Alberto Agliati scoprono la V9 Roamer, premio unico della lotteria del motoraduno internazionale.

 

Si comincerà dunque nel pomeriggio di venerdì 9 con il Motorbike  rally start in piazza Mercato e in piazza Leonardo da Vinci con lo spettacolo motociclistico “Russian devils – Il muro della morte”.

Si tratta di un’esibizione spettacolare quanto pericolosa per chi la esegue, che consiste nel girare all’interno di una “botte di legno” alta 5 metri e del diametro di 10 metri. La moto “arrampica” sulla parete grazie alle due forze congiunte: centrifuga e centripeta.

Sempre venerdì pomeriggio, dalle 15 alle 18, a Molina esposizione di moto d’epoca a cura del Moto club Moto Guzzi GP e nella sala civica di via Dante, sempre in rione Molina, mostra “Moto Guzzi, storia e passione”.

Un’altra mostra dedicata alla Guzzi e allo sport sarà allestita nella sala polifunzionale del Lido, mentre nei pressi della chiesa del Sacro Cuore e nel parcheggio di via Dante saranno esposti motocarri e mezzi agricoli.

Alle 18, al cineteatro “De Andrè” in piazza Leonardo da Vinci, proiezione del film “I fidanzati della morte”, una pellicola datata 1959 e firmata da Romolo Marcellini. Il film rappresenta il mondo della Milano-Taranto, del Motomondiale a Monza, dei sidecar e delle sfide tra Guzzi, Gilera e Norton.

Alle 18.30 l’apertura delle cucine e alle 21, in piazza Mercato, spettacolo musicale.

Motoraduno-Guzzi_presentazione_2016 (18)

Sabato 10 settembre, ma al mattino alle 10, in piazza Leonardo da Vinci nuovo appuntamento con lo spettacolo “Russian devils – Il muro della morte”. Per tutta la giornata sarà possibile visitare la torre del Barbarossa in frazione Maggiana e alle 11 avviamento delle moto storiche in piazza Lega lombarda a Molina.

Alle 15 presentazione al cineteatro “De Andrè” della nuova edizione del libro Guzzi, l’idea che ha cambiato Mandello realizzato dall’Archivio comunale della memoria locale e, a seguire, proiezione del film Il vento – La vera storia della nascita della Moto Guzzi a cura dell’Associazione culturale “Giorgio Ripamonti”.

Dalle 14 alle 17 sempre di sabato 10 esposizione di moto e prove di regolarità sul piazzale del distributore Agip in via Statale-via Giulio Cesare, mentre alle 17.30 piazza Roma, in zona lago, si animerà per accogliere la sfilata di moda e motori già proposta con successo lo scorso anno, sempre in occasione del motoraduno Guzzi, dalla delegazione di Mandello della “Città dei motori”.

In serata nuovo appuntamento con la musica (e con i piatti) in piazza Mercato, estrazione della lotteria e fuochi d’artificio.

Domenica 11 l’apertura della giornata sarà affidata sempre allo spettacolo “Russian devils – Il muro della morte”, mentre sul piazzale Agip andranno in scena nuove prove di regolarità non cronometrate.

Motoraduno-Guzzi_presentazione_2016 (3)

Alle 10.30 altra proiezione al “De Andrè” del film Il vento – La vera storia della nascita della Moto Guzzi e alle 11 a Molina avviamento delle “due ruote” storiche.

Per tutte e tre le giornate sarà possibile sorvolare Mandello in elicottero, con decolli dalla piazzola all’angolo tra via degli Alpini e via per Maggiana.

Sull’edizione 2016 del motoraduno internazionale metterà la sua firma anche la Project Rock School, la scuola comunale di musica che ha realizzato il brano ufficiale dell’evento, che risuonerà in ogni appuntamento della “tre giorni” motoristica.

Advertisement