“Wikimania 2016”, Annalisa e l’amore incondizionato per Esino Lario

Tempo di lettura: 2 minuti
Annalisa Moraglia, esinese di adozione.
Annalisa Moraglia, esinese di adozione.

ESINO LARIO – Esinese d’adozione, vive e lavora ad Usmate Velate. Sposata, 41 anni, marito apicoltore per passione nel territorio del parco delle Grigne, madre di due figli, Annalisa Moraglia ha raccolto l’invito dell’Associazione culturale “La Verbena – Esino Lario” a partecipare come volontaria al raduno mondiale 2016 di Wikipedia.

“Un’esperienza unica e irripetibile – afferma – che mi ha consentito di esprimere le mie qualità comunicative. Infatti il mio ruolo era quello di supportare i giovani studenti di Lecco nell’accogliere e accompagnare gli ospiti alle loro case. Muovermi per le vie di Esino, con il ruolo di guida, mi ha fatto riscoprire le bellezze del mio paese di adozione, con gli occhi degli stranieri che per la prima volta guardavano le meraviglie di Esino”.

La Moraglia aggiunge: “Purtroppo non padroneggio al meglio la lingua inglese per poter trasmettere ancora più calore agli ospiti del raduno. Ho attinto così alle mie doti comunicative che coinvolgono il linguaggio non verbale, fatto di piccoli gesti e sguardi che esprimevano tutta il mio entusiasmo nell’accompagnare gli stranieri”.

“Nel mio gruppo di volontari – aggiunge – vi erano i giovani studenti di Lecco, che invece hanno saputo esprimere con un inglese perfetto  la parte pratica dedicata agli alloggi e all’accoglienza.  Oltre al ricevimento mi sono occupata dell’allestimento e del riordino delle sale  di riunione, lavoro splendidamente coordinato da Serena Nasazzi, presidente della Pro loco di Esino, donna attenta e sensibile, nonché innamorata della precisione,  con quel tocco di praticità che rendeva il lavoro gradevole e fluido”.

Wikimania-2016_Esino-Lario

La presenza di numerosi volontari ha inoltre dato modo ad Annalisa di avere un po’ di tempo per socializzare con le persone presenti al raduno.

L’esinese di adozione ora guarda al proprio paese sentendo la bellezza e la gratitudine di avere una casa in montagna dove il valore dell’amicizia e quello della cooperazione sono una componente fondamentale che eleva ancora di più il benessere psicofisico offerto dalla natura per molti aspetti incontaminata di Esino.

Pinuccia Nasazzi, presidente dell’Associazione La Verbena, coglie l’occasione per ringraziare Iolanda Pensa, il sindaco di Esino Pietro Pensa e tutto lo staff  che ha diretto “Wikimania 2016”.