Aggredito in via Bovara, è in prognosi riservata. Arrestati i due violenti

Tempo di lettura: 2 minuti
I due giovani, autori dell'aggressione, fermati dai Carabinieri
Il soccorsi al 26enne ferito nell’aggressione in via Bovara

 

LECCO – E’ in prognosi riservata il 26enne vittima dell’aggressione di via Bovara: non sarebbe in pericolo di vita, almeno secondo le informazioni emerse nella giornata odierna, tanto che nei prossimi giorni potrebbe lasciare il reparto di rianimazione, dove si trova attualmente ricoverato.

Se l’è vista brutta, ha perso parecchio sangue dopo essere stato ferito al fianco dal coccio della bottiglia che uno dei due violenti, una ragazza di 21 anni, ha rotto contro una saracinesca per dare man forte al compagno che si era avventato sul giovane.

 

I due giovani, autori dell’aggressione, fermati dai Carabinieri

 

Sarebbe potuta finire peggio se non fosse stato per il coraggio di due giovani di origine libanese che da un locale affacciato alla via si sono gettati nella mischia dividendo i contendenti per poi soccorrere il ragazzo. Altri negozianti sono intervenuti, hanno seguito la coppia di aggressori mentre si allontanava verso il lungolago, lì li hanno poi fermati i carabinieri.

La coppia è stata portata in caserma, entrambi sono in stato di  arresto. Venerdì è previsto l’interrogatorio di convalida del fermo in Tribunale a Lecco.

 

ARTICOLI PRECEDENTI 

 

Advertisement