La Sev Valmadrera piange il socio Roberto Tentori morto a soli 55 anni

Tempo di lettura: 2 minuti
Roberto Tentori, Bertone, morto all'età di 55 anni
Roberto Tentori, Bertone, morto all'età di 55 anni

“Bertone”, grande appassionato di montagna, è morto per un malore durante un’escursione nel Verbano

“Sapevi far sentire tutti a casa. Addio Maestro, Amico e compagno di cordata”

VALMADRERA – E’ morto a causa di un malore mentre stava effettuando una escursione sui monti del Verbano, la Società Escursionisti Valmadreresi piange il socio Roberto Tentori, per tutti Bertone. 55 anni, impiegato alla Novacart, è stato trovato senza vita lungo un sentiero.

Conosciutissimo a Valmadrera, grandissimo amante della montagna, Roberto Tentori se n’è andato mentre stava facendo ciò che più gli piaceva: “Un ricordo personale e a nome del consiglio per la scomparsa improvvisa del nostro caro Roberto Tentori, per tutti Bertone – le parole sulla pagina Facebook dell’associazione da parte del presidente Ivan Anghileri -.
Componente del turno Dell’Oro e nostro socio da molto tempo. Riposa in pace fra i tuoi monti Berto”.

Roberto Tentori Bertone Sev Valmadrera

E sempre sui social Giada Panzeri, turnista al rifugio Sev di Pianezzo, ha affidato un bel ricordo di Bertone: “Famiglia, era questo che ti mancava, ma sapevi far sentire tutti a casa, me compresa, un anno fa, quando iniziai il mio servizio alla Sev. Ci fu da subito un bel feeling, l’amore per la montagna, Bob Marley, il buon vino, i classici del rock, i drummini a scrocco e quelle risate che risuonavano immancabilmente negli spazi di quel bellissimo tempo che abbiamo condiviso. Mi hai insegnato tanto sulla montagna, ad essere prudente quando serve ma nello stesso tempo ad osare un po’ di più, spronandomi nel raggiungere sempre un nuovo traguardo. E tu ne avevi tanti in mente, troppi ancora… sognavi in grande esattamente come me. Ma la vita decide per noi, te lo dicevo sempre e tu borbottavi. Ora guardo i tuoi ramponi riposti in quella sacca vissuta che mi hai ceduto con orgoglio, battezzandomi buffamente con un bastoncino da trekking; ho promesso che li avrei sfruttati a dovere “pestando giù un po’ di ghiaccio serio”, ed è questo che farò. Ci puoi contare testina! Inutile domandarsi il perché, lo sappiamo tutti, la vita è un brivido che vola via… e tu, in equilibrio sopra quella follia vecchio mio, ci sapevi stare alla Grande.
Addio Maestro, Amico e compagno di cordata. Ovunque tu sia, ci ritroveremo sempre un po’ più vicini sulle vette di quelle montagne che tanto amavi”.

Cordoglio anche da parte del sindaco di Valmadrera Antonio Rusconi: “Quando le forze dell’ordine mi hanno avvisato del malore che aveva determinato la scomparsa di Roberto ero incredulo, avendolo visto più volte volontario al Rifugio. Uno degli straordinari volontari a Pianezzo. Una preghiera. Grazie alla Sev per averlo ricordato”.

 

Advertisement