Merate. Ronzinante, dal teatro al cinema: al Manzoni arriva Wannsee

Tempo di lettura: 3 minuti

Appuntamento mercoledì 15 maggio per la proiezione cinematografica del film basato sulla piéce teatrale

Le riprese, affidate al regista Jurij Razza, sono state girate a Villa Sommi Picenardi

MERATE – “Wannsee”, lo spettacolo teatrale portato in scena dalla compagnia Ronzinante su testo di Ivano Gobbato, diventa film. Mercoledì 15 maggio il cine teatro Manzoni ospiterà infatti la prima proiezione cinematografica del film Wannsee, autoprodotto da Ronzinante con la regia di Jurij Razza.

Dopo le intense tournée teatrali susseguitesi nel 2022, 2023 e 2024 durante il periodo della Giornata della Memoria, la compagnia teatrale meratese Ronzinante arriva anche sul grande schermo.
Il film, così come lo spettacolo teatrale, ricostruisce quanto avvenuto durante la Conferenza di Wannsee del 20 gennaio 1942, evento in cui i nazisti hanno definito le linee guida per la soluzione finale relativa al popolo ebraico.

“La decisione di intraprendere questa esperienza – commenta Emiliano Zatelli, che nella pièce teatrale interpreta Adolf Eichmann – è stata presa nel gennaio 2021. Dopo aver ottenuto oltre 75.000 visualizzazioni dello spettacolo proposto sul nostro canale Youtube, abbiamo pensato che effettuare delle riprese per una versione più cinematografica, avrebbe potuto dare ulteriore risalto ad uno spettacolo che, almeno per quanto riguarda noi attori, ha entusiasmato sin dalle prime repliche”.

Da qui ha preso il via l’organizzazione. Inizialmente le riprese sarebbero dovute svolgersi in Villa Confalonieri a Merate ma i lavori di risistemazione del parco esterno durante i mesi primaverili del 2021, avevano impedito la cosa. Quindi la ricerca di un’altra dimora storica, necessaria per mantenere il realismo di quanto avvenuto nella Conferenza di Wannsee del 1942, si è concentrata su altre splendide dimore che si trovano in Brianza. Alla fine la scelta è caduta sulla magnifica Villa Sommi Picenardi di Olgiate Molgora, grazie alla cortesia e ospitalità della proprietà della stessa che ha riconosciuto il valore artistico e storico del lavoro che si sarebbe prodotto.

“Una prima idea era quella di riprendere lo spettacolo nella versione teatrale, semplicemente utilizzando degli spazi che aggiungessero maggiore realismo rispetto a quanto avvenuto nel 1942. Poi, grazie all’incontro con il regista Jurij Razza, abbiamo voltato direzione completamente. Dobbiamo al suo entusiasmo, passione e professionalità il fatto che quella che doveva essere una ripresa teatrale “un po’ più veritiera” si sia trasformata in un progetto che non ci ha lasciato scelta!”

La realizzazione del film, essendo stato completamente autoprodotto, ha richiesto tempi molto lunghi per il definitivo montaggio e solo nel gennaio 2024 si è ottenuto un prodotto finito, degno di essere presentato sul grande schermo.

L’appuntamento di mercoledì 15 maggio è a ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti, con la possibilità di lasciare un’offerta libera per le attività dell’associazione Ronzinante.
Per eventuali informazioni contattare il 335 5254536 o scrivere a info@ronzinante.org

Advertisement