Quattro progetti della Provincia di Lecco per lo sviluppo transfrontaliero

Tempo di lettura: 3 minuti

Programma Interreg VI-A Italia-Svizzera 2021-2027

Il nostro territorio collabora in qualità di capofila di parte italiana e in qualità di partner

LECCO – La provincia di Lecco ha partecipato al primo avviso pubblico del Programma Interreg VI-A Italia-Svizzera 2021-2027 con 4 progetti, uno in qualità di capofila di parte italiana, tre in qualità di partner, per realizzare sul territorio azioni di respiro transfrontaliero, definite in sinergia e coordinamento con il partenariato svizzero per attuare soluzioni condivise alle sfide comuni dell’area di cooperazione.

I progetti

  1. L.TI – Cultura tra il Lecchese e il Ticino e sviluppo del Turismo Inclusivo e dell’Imprenditorialità locale Capofila di parte italiana: provincia di Lecco. Partner: per parte italiana, Comunità Montane Lario Orientale Valle San Martino e Valsassina Valvarrone Val d’Esino Riviera, per parte svizzera Supsi (Scuola universitaria professionale della Svizzera Italiana) e Amet (Associazione musei etnografici ticinesi). Budget complessivo del progetto 1.269.496 euro (budget per le azioni in capo alla Provincia di Lecco 866.832 euro).
    Azioni: interventi per migliorare la sostenibilità dei flussi di visitatori e turisti, promuovere i luoghi meno conosciuti nella provincia di Lecco e nel cantone Ticino, diffondere un turismo culturale, esperienziale e inclusivo, attraverso il sostegno all’imprenditorialità locale e la valorizzazione delle risorse identitarie. Azioni di coinvolgimento e confronto con il territorio sul patrimonio culturale materiale e immateriale, per identificare i luoghi del cuore e i messaggi evocati, per definire il “sentiment” che rende autentica l’esperienza da proporre al visitatore. Azioni di innovazione tecnologica in alcune realtà museali per migliorarne la fruizione da parte dell’utenza fragile e trasformare la visita in un’esperienza cultura sensoriale e immersiva. Azioni di formazione e supporto per gli operatori per individuare nuovi servizi e offerte turistiche inclusive, affrontando le sfide di diversificazione e destagionalizzazione dei flussi turistici comuni all’area di cooperazione.
  2. AFAV – Adda Food Art Valley. Il bacino imbrifero dell’Adda, metadistretto di turismo sostenibile accessibile e per le fragilità: cultura, arte cibo e benessere Capofila di parte italiana: Crams (Centro ricerca arte musica società) di Lecco. Budget in capo alla Provincia di Lecco, in qualità di partner, 139.104 euro per le seguenti azioni: isole tecnologiche comprensive di colonnine contapassaggi a supporto dell’esperienza di visita del fruitore con fragilità, per garantire i servizi di base (ricarica elettrica, informazioni turistiche/di servizio) e rilevare le modalità di fruizione. Passeggiate e visite culturali creative e inclusive che coinvolgono i musei del territorio lungo la dorsale dell’itinerario cicloturistico Pcir 3 Adda.
  3. Qua-D.LÀ – Data Quality for Discovering Local Amenities Capofila di progetto di parte italiana: Politecnico di Milano. Budget in capo alla Provincia di Lecco, in qualità di partner, 125.440 euro per seguenti azioni: soluzioni smart data-driven per la raccolta e l’analisi dei dati rilevanti per la gestione del turismo che consentano agli attori pubblici locali di monitorare, risolvere o mitigare i problemi legati al turismo di massa. Analisi del sentiment, attraverso processi di analisi del testo digitale su web e social, per determinare il tono emotivo dei messaggi che circolano in rete. Azione di approfondimento della domanda legata a Villa Monastero, che con i suoi 270 mila visitatori annui rappresenta un importante bacino di indagine, acquisendo dati più circostanziati sul target di utenza attraverso soluzioni tecnologiche legate alla bigliettazione online.
  4. MUSEO – Museo di prossimità. Capofila di parte italiana: Crams (Centro ricerca arte musica società) di Lecco. Budget in capo alla Provincia di Lecco, in qualità di partner, 80.640 euro per le seguenti azioni: percorsi inclusivi a Villa Monastero attraverso soluzioni tecnologiche per realizzare esperienze di visita dedicate al target di utenza fragile individuato nel progetto.

 

Advertisement