L’invito di Cambia Calolzio al comune: “Aderiamo alla campagna contro le mafie”

Tempo di lettura: 2 minuti

Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

“Prevenzione: questa la parola chiave nella lotta alla criminalità organizzata”

CALOLZIOCORTE – Il gruppo Cambia Calolzio chiede al comune di aderire all’iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani con la campagna “100 Comuni contro le mafie”.

“A riveder le stelle, lo slogan scelto quest’anno, che è l’ultimo verso dell’Inferno della Divina commedia di Dante a 700 anni della sua morte, racchiude molti significati: uscire dall’inferno della pandemia dopo un anno di isolamento e distanziamento, è un desiderio forte tra tutti i cittadini e in questo senso le stelle sono anche tutte quelle persone che ogni giorno si battono per la legalità e la giustizia sociale. La Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie giunge alla sua ventiseiesima edizione: un periodo lungo che ha reso protagonista una vasta rete di associazioni, scuole, realtà sociali in un grande percorso di cambiamento dei nostri territori, nel segno del noi, nel segno di Libera”.

La giornata è da qualche anno anche riconosciuta ufficialmente dallo Stato, attraverso la legge n. 20 dell’8 marzo 2017: “Il 21 marzo è un momento di riflessione, approfondimento e di incontro, di relazioni vive e di testimonianze attorno ai familiari delle vittime innocenti delle mafie, persone che hanno subito una grande lacerazione che noi tutti possiamo contribuire a ricucire con la prevenzione. Prevenzione. È questa, secondo noi, la parola chiave nella lotta alla criminalità organizzata. Contrasto, certo, e anche il più duro possibile da parte delle forze dell’ordine e della Magistratura, ma la nostra battaglia la vinceremo con la lungimiranza di saper crescere generazioni di cittadini informati, quindi forti e responsabili da un punto di vista civico ed etico. Persone che formeranno un tessuto sociale impenetrabile alle infiltrazioni della mafia, alle sue intimidazioni come alle sue lusinghe. ‘100 Comuni contro le mafie’ è uno strumento molto importante lungo questa strada”.