Il Ministro dei Trasporti fa tappa all’officina di Trenord, incontro con i lavoratori

Erba (M5S): “Obiettivo ammodernare e potenziare il servizio”

MILANO – Venerdì mattina diversi portavoce del M5S Lombardia hanno partecipato al sopralluogo del Ministro ai Trasporti Danilo Toninelli all’Officina Manutenzione rotabili di Trenitalia e alla sala operativa di RFI.

“Ammodernamento e potenziamento sono obiettivi prioritari per il M5S. Questa visita ha voluto rimarcare la nostra attenzione e il nostro impegno per il trasporto pubblico in Lombardia – spiega Raffaele Erba, consigliere regionale del M5S Lombardia – Nel corso del sopralluogo abbiamo incontrato decine di operai che ogni giorno sono impegnati a fare manutenzioni sul materiale rotabile e sulle motrici. Il loro lavoro è essenziale per il buon funzionamento dei trasporti e della rete, ma anche la politica e le Istituzioni devono fare la loro parte”.


“Da questo punto di vista il Governo e il Ministero guidato da Danilo Toninelli stanno facendo molto per il trasporto pubblico in Lombardia. Solo nell’ultima parte del 2018 sono arrivati 14 treni da Trenitalia a Trenord. Sono già a regime e stanno aiutando l’azienda a uscire da difficoltà croniche. Ne stanno arrivando altri 35, i primi 20 nel secondo semestre del 2019. Ovviamente – prosegue Erba – serve che la nostra regione si impegni di più, e penso, per esempio al ritardo nelle procedure di selezione del personale. Veniamo da cinque anni di promesse del centro-destra non mantenute e i ritardi e le soppressioni subite dai pendolari non hanno più scuse”.

La visita del Ministro Toninelli arriva all’indomani della relazione in Regione dell’Amministratore delegato di Trenord, Marco Piuri “Abbiamo ridato affidabilità e regolarità a un sistema che ogni giorno muove oltre 800mila passeggeri” ha riferito l’AD di Trenord.

Meno ritardi per i treni

Secondo i dati di Trenord sulla linea S9 (linea Saronno-Seregno-Milano-Albairate) la puntualità è salita in maniera molto significativa, ovvero dal 68% all’86%, con una crescita di ben 16 punti percentuali: sulla Milano-Cremona-Mantova la puntualità è salita dal 70% all’87%; sulla Milano-Pavia-Stradella dal 59% all’80%; sulla S8Milano-Carnate-Lecco dal 63% al 77%; sulla S13 MilanoBovisa-Pavia dall’81% all’89%.

La S11 Chiasso-Como-Milano resta invece la linea più problematica e quella che ha registrato il minore aumento della puntualità pari solo al 6%, passando dal 60 al 66%: dato su cui incidono negativamente i lavori di potenziamento della stazione di Chiasso e la vetustà del materiale rotabile di questa linea.

Per quanto riguarda i nuovi convogli, Piuri ha confermato come, a partire dall’anno prossimo, inizieranno ad entrare in servizio i 161 nuovi convogli acquistati da FNM e Regione Lombardia, al ritmo di 20 ogni anno.