Mandello. ll ritorno di Riccardo Mariani, nuovo coordinatore di Casa Comune

Tempo di lettura: 3 minuti
Riccardo Mariani nuovo coordinatore Casa Comune
Riccardo Mariani, coordinatore politico di Casa Comune per Mandello

L’ex sindaco di Mandello ha ‘preso le redini’ del gruppo di minoranza

“Intendiamo porci in una dimensione di ascolto verso i cittadini e tornare a fondo nelle politiche del paese”

MANDELLO – Sarà Riccardo Mariani il nuovo coordinatore di Casa Comune per Mandello. Un volto tutt’altro che ignoto nel panorama politico territoriale, quello che tirerà le file del gruppo di minoranza: già sindaco di Mandello dal 2005 al 2015 e assessore comunale a Lecco nella giunta di Virginio Brivio dal 2015 al 2020,  Mariani torna sulla scena cittadina rilanciando le iniziative e l’attività politica mandellese del centro-sinistra.

“Dopo diversi incontri con Casa Comune, è nata l’idea di riprendere insieme il cammino, soprattutto a seguito di questo periodo complesso da cui tutti stiamo uscendo, segnato dalla pandemia e dalla guerra, dove è importante ritornare a capire i bisogni e desideri della comunità – spiega Mariani -. Intendiamo ristabilire un contatto non solo con la nostra base elettorale, ma con tutti i cittadini, realizzando una partecipazione attiva sul territorio e anche in consiglio comunale, dove vogliamo mettere luce su alcune tematiche che stanno emergendo”.

L’obiettivo di Casa Comune per Mandello appare subito molto chiaro: tornare a fondo nelle politiche del paese, cercando di capire come nel frattempo la comunità sia cambiata: “Cercheremo di porci in una dimensione di ascolto e di rispondere alla domanda: come sta la comunità di Mandello? La pandemia indubbiamente ha cambiato la dimensione comunitaria, sotto diversi aspetti: risulta preoccupante la questione sanitaria, e dati allarmanti stanno emergendo anche rispetto al mondo giovanile”, ribadisce il nuovo coordinatore.

Casa Comune per Mandello
Da sinistra: Pino Valsecchi, Monica Piva, Riccardo Mariani, Piero Moneta, Franco Corti

Non solo ‘immergersi’ negli aspetti politici e amministrativi del paese, che Casa Comune intende intrecciare saldamente per rendere più incisiva la sua azione, ma anche porre attenzione alle relazioni con il resto del territorio: “Mandello sembra che si sia chiusa in se stessa, dopo essere stata traino di alcuni processi circondariali e trasformativi. Attraverso il nostro operato intendiamo ridare centralità al paese, che peraltro ricopre un’importanza strategica su questo versante del lago, sia in termini imprenditoriali che associativi”, specifica Mariani. “Naturalmente – prosegue – sarà un lavoro duro e che si dipanerà negli anni, però sempre in maniera costante e continua. La rotta è condivisa e c’è una rinnovata coesione interna politica e amministrativa. Oggi non siamo qui solo per presentare il nuovo coordinatore, ma anche per ribadire che dietro a Casa Comune c’è un grande lavoro di squadra e non un solo uomo al comando”.

Oltre a riprendere l’attività politica in paese, focus sarà portato nei prossimi appuntamenti su alcune tematiche ‘calde’ per Mandello, tra cui la variante al PGT di cui si discuterà nel prossimo consiglio comunale che, secondo Mariani “è stata costruita in fretta e abbiamo esaminato pareri di enti superiori prevalentemente critici rispetto ad alcuni strumenti adottati”, e la questione campeggio che il nuovo coordinatore definisce “una scelta contraria al rilancio del turismo e una strategia poco attenta all’ambiente, al consumo del suolo e all’interesse pubblico”. Tutte materie su cui ben presto anche la minoranza avrà modo di dire la sua, con più forza e coordinamento.

Advertisement