Gal quattro parchi, conti in rosso: rimandata l’assemblea

Tempo di lettura: 2 minuti

L’assemblea era prevista per oggi, mercoledì 22 luglio, a Villa de Ponti

I presidenti dei quattro Parchi hanno chiesto con una lettera il rinvio per poter analizzare meglio il bilancio che chiude con una perdita di circa 20mila euro

 

CALOLZIO – E’ stata annullata l’assemblea ordinaria dei soci del Gal, il gruppo di azione locale Quattro Parchi Lecco Brianza in programma questo pomeriggio, mercoledì, alle 18, a Villa de Ponti. A chiedere formalmente al presidente Piergiorgio Locatelli di sospendere la riunione prevista sono stati, con una lettera, i presidenti dei quattro Parchi facenti parte del Gal, ovvero Francesca Rota (Parco Adda Nord), Marco Molgora (Parco di Montevecchia), Paola Golfari (Parco Monte Barro) e Roberto Carovigno, da pochi giorni nominato, dalla Regione, commissario del Parco del Lambro.

Un problema legato all’Iva

I quattro rappresentanti degli enti sovracomunali hanno infatti chiesto tempo per poter visionare meglio il bilancio consuntivo 2019, chiuso con una perdita di circa 20mila euro. Sembrerebbe che a far tingere di rosso i conti siano stati dei problemi burocratici sorti per quello che riguarda il pagamento dell’Iva, con quest’ultima imposta rimasta di fatto scoperta per gli investimenti portati avanti grazie ai fondi europei recuperati, tramite la Regione, dal Gal. Un punto, quest’ultimo, su cui i soci che hanno scritto la missiva chiedono di trovare una soluzione prima che la perdita, ancora circoscritta, diventi, gioco forza, cronica e tale da poter mettere a rischio la sopravvivenza della stessa società nata nel 2016 grazie al partneriato tra pubblico e privato.

Il rinnovo del CdA

Toccherà al consiglio di amministrazione, o meglio al nuovo cda che dovrebbe venire nominato nell’assemblea rimandata al 30 luglio, individuare le modalità per superare questo inghippo, che rischia altrimenti di paralizzare l’attività del Gal. Come abbiamo anticipato in un articolo pubblicato alcuni giorni fa, in corsa per la successione a Locatelli, già presidente del Parco Adda Nord, ci sono l’ex sindaco di Olginate Italo Bruseghini e l’ex direttore della Comunità montana della Valsassina Giacomo Camozzini.