Varenna. Chiusura Asilo, consigliere Rossi: “Alcuni sapevano già da un anno e mezzo”

Tempo di lettura: 3 minuti
Marco Rossi consigliere comunale Varenna
Marco Rossi, consigliere comunale

Stando ai documenti depositati in Comune, già a fine 2021 il bilancio dell’asilo era in rosso

“Le possibilità di una chiusura sono emerse un anno e mezzo fa, ma nessuno ha fatto nulla per salvare l’asilo o ha comunicato la situazione fino a novembre 2022”

VARENNA – “Già a fine 2021 il bilancio dell’asilo era in perdita, qualcuno del consiglio d’amministrazione lo sapeva, anche il rappresentante dei genitori e il presidente dell’asilo, ma nessuno ha detto niente“. Questo ha appurato Marco Rossi, consigliere di maggioranza, documenti alla mano: l’Asilo Pirelli di Varenna, che chiuderà i battenti a luglio, versava in una situazione critica già a fine 2021, anche se ai genitori è stata palesata la decisione di chiudere la struttura solo a novembre dello scorso anno, durante una riunione a cui hanno partecipato anche il presidente dell’asilo e tre rappresentanti del Comune.

A motivazione della scelta presa il bilancio in rosso e la bassa natalità, anche se per quanto riguarda il primo punto Rossi specifica: “Date e documenti depositati in Comune parlano chiaro: il rischio concreto di una chiusura è sorto un anno e mezzo fa, ma è stato tenuto nascosto fino al 14 novembre 2022, giorno della prima riunione”. Questo rappresenterebbe il punto di svolta della vicenda: “Ai genitori la decisione di non continuare con il servizio asilo è stata comunicata nel corso di questo incontro, ma il bilancio era già in perdita da tempo. In pratica ne hanno dato comunicazione a giochi ormai fatti”.

Seguendo la ricostruzione del consigliere, si sono poi susseguiti altri incontri, sempre con gli stessi partecipanti, fino alla riunione del 6 dicembre 2022, dove invece erano presenti anche il Parroco, il sindaco Mauro Manzoni e altri consiglieri di maggioranza. Oltre a ribadire il concetto già espresso nei precedenti appuntamenti, ovvero che l’asilo era in perdita e i bambini iscritti pochi, è arrivato l’invito rivolto ai genitori di trovare una soluzione al problema.

Asilo di Varenna
Asilo ‘Pirelli’ di Varenna

“Non si sono proposti loro stessi di trovare una via risolutiva o di comunicare la presenza di una criticità, spiegando come effettivamente stessero le cose e chiedere se qualcuno avesse idee da proporre per provare a tenere aperto l’asilo – prosegue Rossi – ma hanno sollecitato gli altri a farlo. I genitori potevano e dovevano essere avvisati prima, e soprattutto si poteva informare la comunità, dato che l’asilo stava in piedi grazie alle donazioni. Ormai non si può tornare indietro: la chiusura dell’asilo è stata ufficializzata”.

Continuerà però la petizione portata avanti in questi giorni, che ha già visto la raccolta di oltre 200 firme, portata avanti da Rossi, Norma Cavalli e Augusto Balbi: “Andremo avanti su questa strada e depositeremo le firme per far capire al Comune in quanti tengono a questo servizio: i varennesi vogliono che l’asilo continui, è un servizio che la comunità non può perdere”. Specialmente i più piccoli: 25 bambini frequentano attualmente l’asilo, e anche se nei prossimi anni diventeranno sempre meno, visto l’andamento della natalità non solo a Varenna, ma in tutto il territorio, la struttura ha sempre avuto frequentanti provenienti da paesi limitrofi. “L’asilo è sempre stato in piedi grazie ai bambini di altri Comuni, per cui a rimetterci saranno anche altre realtà. Prima di prendere la decisione di chiuderlo, nessuno ha fatto un sondaggio per vedere quanti degli iscritti provengano effettivamente da Varenna”.

Ora è attesa la risposta del primo cittadino, che nelle prossime settimane intende spiegare alla popolazione, in un incontro aperto, le ragioni dietro a questa scelta che ha segnato il declino di un importante servizio per la comunità varennese.

COMUNICATO COMPLETO DI MARCO ROSSI

 

 

 

 

Advertisement