Calolzio. L’Avis festeggia i donatori e si prepara al 55° di fondazione

Tempo di lettura: 3 minuti

Consegnate le benemerenze ai donatori

Giornata di festa per l’Avis di Calolzio e il gruppo di Erve

CALOLZIOCORTE – L’Avis di Calolziocorte, insieme al Gruppo di Erve, ha festeggiato nella mattinata di oggi, 13 ottobre, tutti i suoi donatori. Il tradizionale appuntamento, quest’anno, ha fatto tappa nella frazione Pascolo. Con partenza dalla sede dei Volontari del Soccorso il corteo, accompagnato dal Corpo Musicale Donizetti, ha raggiunto l’oratorio del Pascolo dove è stata presentata l’attività annuale e sono stati premiati i soci benemeriti.

“Oggi siamo alla nostra 54^ giornata del donatore – ha detto la presidente Roberta Galli – Ringrazio in particolare il nostro sindaco Marco Ghezzi che è sempre presente a tutte le iniziative che il nostro gruppo organizza. Un grazie a tutte le associazioni che sono presenti oggi e con cui collaboriamo durante tutto il corso dell’anno per diffondere il messaggio della donazione. E, infine, un grazie a tutti i donatori”.

All’appuntamento hanno partecipato anche il vice sindaco Aldo Valsecchi, l’assessore ai servizi sociali del comune di Erve Giovanna Milesi, il consigliere dell’Avis Provinciale e Regionale Guglielmo Magni, il dottor Cosimo De Franco e la dottoressa Miriam Nava che, da qualche tempo, affianca lo storico direttore sanitario Potito Fino.

Presenti anche le associazioni della città: Alpini, Marinai, Carabinieri, Volontari del Soccorso, Aido, Pro Loco oltre alla banda guidata dal Maestro Gianni Colombo e presieduta da Paolo Autelitano.

“Partecipo a moltissimi eventi – ha detto il sindaco Ghezzi – ma qui vedo sempre tante associazioni unite che rappresentano il collante del nostro tessuto sociale”. “Siamo tutti amici e facciamo parte della stessa grande famiglia – ha aggiunto Magni -. Questo è il segno di una comunità viva che crea legami tra i donatori, l’Avis comunale e la cittadinanza”.

La giornata di festa è proseguita con la consegna delle benemerenze ai donatori e con la Santa Messa. Nella serata di sabato, invece, è stato molto apprezzato il concerto dell’orchestra Monastero Santa Maria del Lavello. Quella di oggi è stata anche l’occasione per presentare il logo del 55° anniversario di fondazione: “Il logo contiene in sè il simbolo dell’infinito a significare che ciò che facciamo deve continuare per sempre”.

TUTTI I NOMI DEGLI AVISINI PREMIATI

LE FOTO DEI PREMIATI

LE FOTO DELLA FESTA

Advertisement