Bella ciao in ogni casa, un’invasione di memoria: l’iniziativa dell’Anpi per il 25 Aprile

Tempo di lettura: 9 minuti
anpi

Celebrazioni “a porte chiuse” anche nel Lecchese

I sindaci del territorio ricordano la Festa della Liberazione

LECCO – Sabato si celebra il 25 Aprile, 75° anniversario della Liberazione d’Italia. Nonostante il periodo di quarantena e l’impossibilità per le persone di essere fisicamente presenti, i sindaci del territorio vogliono comunque ricordare una data ricca di significato per il nostro Paese.

L’Anpi Nazionale, però, ha lanciato una iniziativa a cui hanno aderito anche tutte le sezioni locali: “Il 25 aprile #bellaciaoinognicasa. L’Italia ha bisogno, oggi più che mai, di speranza, di unità, di radici che sappiano offrire la forza e la tenacia per poter scorgere un orizzonte di liberazione. Il 25 aprile alle ore 15, l’ora in cui ogni anno parte a Milano il grande corteo nazionale, invitiamo tutti caldamente ad esporre il tricolore dalle finestre, dai balconi e a intonare Bella ciao“.

Di seguito, invece, alcune delle iniziative organizzate nei diversi comuni della provincia di Lecco. A causa delle restrizioni conseguenti all’emergenza coronavirus, è bene ricordarlo, la popolazione non potrà partecipare fisicamente alle varie cerimonie.

LECCO

Sabato 25 aprile, in occasione del 75° anniversario della liberazione, la tradizionale cerimonia istituzionale si terrà nel rispetto delle restrizioni in vigore per il contenimento del contagio da nuovo coronavirus.

Il programma delle celebrazioni prevede alle 9.30 la Santa Messa celebrata nella Basilica di San Nicolò dal Prevosto di Lecco monsignor Davide Milani, alla sola presenza del Sindaco di Lecco Virginio Brivio, del presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli, del sottosegretario di Regione Lombardia Antonio Rossi e del presidente di Anpi Lecco Enrico Avagnina.

Alle 10.30 si terrà la deposizione delle corone di Comune di Lecco/Provincia di Lecco, Regione Lombardia e Anpi Lecco (che depositerà cuscini floreali anche sulle tombe di partigiani). Qui verrà data lettura al Decreto di attribuzione alla città di Lecco della medaglia d’argento alla Resistenza.

Sarà possibile seguire in diretta le celebrazioni religiosa e civile sul sito internet della parrocchia www.leccocentro.it, TeleUnica e LeccoFM, mente sul sito internet istituzionale del comune di Lecco saranno resi disponibili gli interventi dei rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni. I cittadini sono invitati a esporre il tricolore alle finestre delle loro abitazioni.

BELLANO

Bellano celebrerà il rito civile del 25 Aprile, in forma semplice ma sentita, con le deposizioni delle corone, l’omaggio ai caduti e alla bandiera. In questi giorni, però, i volontari di Protezione Civile sono passati nelle case dei bellanesi a distribuire mascherine chirurgiche per adulti e mascherine colorate lavabili per i più piccoli, lasciando un tricolore da esporre alla finestra. “Il nostro simbolo più bello di Unità. Unità non retorica, ma vera, che come comunità stiamo dimostrando in questa tremenda prova da superare!” scrive il sindaco Antonio Rusconi.

VARENNA

Ore 10.45: Ritrovo alla Montagnetta di Fiumelatte Ore 11.00:

  • Lettura dei nomi dei partigiani uccisi alla Montagnetta l’8 gennaio 1945 e ricordo di tutti i caduti;
  • Suono del silenzio e deposizione della corona di alloro da parte del Sindaco;
  • Preghiera a suffragio dei caduti.

La commemorazione si svolgerà in forma privata a causa dell’emergenza del Coronavirus. Tutta la cittadinanza è invitata ad unirsi idealmente alla cerimonia

VALMADRERA

L’Amministrazione comunale di Valmadrera celebrerà la ricorrenza del 25 aprile – Festa della Liberazione, nel rispetto delle disposizioni volte a contenere il contagio da Covid 19. Per questo motivo, oltre al breve intervento  da parte del sindaco, che verrà pubblicato sulla pagina Facebook del Comune, sono  previsti solamente, alle ore 10 di sabato 25 aprile, presso il Monumento ai caduti, l’alzabandiera e la deposizione della corona d’alloro, senza la partecipazione  della cittadinanza.

CIVATE

L’Amministrazione Comunale di Civate celebrerà la ricorrenza del 25 aprile – Festa della Liberazione, nel rispetto delle disposizioni volte a contenere il contagio da Covid 19.
Ore 10.45 alzabandiera e deposizione della corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti.
Intervento del sindaco con la presenza di don Gianni, di un rappresentante del gruppo Alpini, della Protezione Civile, dei Carabinieri e dell’Ass.ne Nazionale Famiglie dei Caduti e Dispersi in Guerra. Tutta la cittadinanza è invitata ad esporre sui balconi la bandiera tricolore.

CALOLZIOCORTE

In occasione della 75^ Festa della Liberazione il Comune di Calolziocorte, a causa dell’emergenza Covid 19 e nel rispetto delle disposizioni vigenti, ha sospeso il tradizionale corteo e la celebrazione avverrà in forma privata, senza che la cittadinanza possa parteciparvi fisicamente.
Alle ore 11 il sindaco, Marco Ghezzi, depositerà una corona d’alloro presso le Lapidi ai Caduti della piazzetta interna Municipio. Sarà presente solo un musicista che intonerà “Il silenzio”.
In seguito il Sindaco si sposterà presso il Monumento dei Caduti di Corso Dante, quello dei Carabinieri, dei Marinai, degli Alpini e di Rossino. Presso ciascuno di questi siti sarà autorizzata la presenza di un solo rappresentante delle diverse associazioni (Anpi, Carabinieri, Marinai, Alpini di Calolzio e Rossino).
Il programma prevede la registrazione di un video-discorso del sindaco, che sarà pubblicato sul canale istituzionale del Comune alle ore 15 di sabato 25 aprile, oltre a quelli delle associazioni che eventualmente perverranno al comune entro le ore 13 di venerdì 24 aprile.
Si invita la popolazione ad esporre sabato 25 aprile, Anniversario della Liberazione, il tricolore sui balconi e alle ore 15 a raccogliersi in un minuto di silenzio a ricordo dei Martiri della Libertà e delle vittime del contagio.

OLGINATE

In questa particolare situazione di emergenza non sono previste manifestazioni per i festeggiamenti del 25 aprile. L’Amministrazione Comunale e Anpi invitano i cittadini a far risuonare la canzone “Bella ciao” dalle loro finestre e balconi, sabato 25 aprile alle 15.
Nella giornata di sabato, inoltre, pubblicheremo un video sui canali ufficiali del Comune.

OGGIONO

Il sindaco Chiara Narciso, in rappresentanza di tutti i cittadini e delle associazioni, interverrà sabato alle 10.30 al monumento ai caduti in piazza Manzoni per un minuto di silenzio e commemorazione, deposizione di una corona di alloro. E’ prevista una diretta Facebook dalla pagina della città di Oggiono. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare dalla propria abitazione esponendo il tricolore.

MERATE

In ragione dei provvedimenti restrittivi legati all’emergenza sanitaria da Covid-19, che non consentono assembramenti della popolazione, sabato 25 aprile, alle ore 10.30 in Piazza degli Eroi si svolgerà solo un breve momento di commemorazione della Solennità Civile,
con deposizione da parte del Sindaco di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti, un minuto di raccoglimento in ricordo del sacrificio di coloro che hanno dato la vita per la nostra Libertà e l’alzabandiera nell’adiacente Parco delle Rimembranze. In mattinata il sindaco provvederà anche a depositare una corona d’alloro presso i Monumenti ai Caduti delle frazioni.

LA VALLETTA BRIANZA

S’intitola “Voci per la Resistenza: 7 giorni per ricordare e per pensare” ed è la pagina aperta su Facebook per ricordare, tramite le parole delle donne e degli uomini che l’hanno vissuta, la Resistenza. Sarebbe dovuto essere uno spettacolo di musica e parole, da proporre a tutti sabato 25 aprile nel salone del Gaspare della parrocchia di Rovagnate, ma l’emergenza sanitaria del coronavirus ha obbligato gli organizzatori (amministrazione comunale in primis) a optare per la forma virtuale. Aperta lunedì scorso, la pagina Facebook è aggiornata giorno per giorno grazie al contributo di un gruppo di lettori della biblioteca di Galbiate. “Poesie e brani letterari per ricordare le donne e gli uomini della Resistenza e sottolineare insegnamenti che ci hanno lasciato – sottolinea il sindaco Roberta Trabucchi – Una rievocazione del passato che diventa anche un’occasione per riflettere sull’oggi, sulla nostra società e sulla democrazia in giorni questi, caratterizzati dall’epidemia in corso, in cui è emerso ancora con più forza quanto sia importante la vita di ognuno di noi e quanto siamo legati gli uni agli altri”.

Sabato 25 aprile alle 10.30 il sindaco osserverà un minuto di silenzio per ricordare tutti i morti in nome della libertà.

BRIVIO – CALCO – OLGIATE

Come ogni anno Brivio, Calco e Olgiate celebrano insieme il 25 Aprile. Alle 9 è prevista la posa delle corone ai monumenti ai caduti di Vallicelli e di viale Sommi Picenardi. Alle 10 l’arrivo alla casa Famiglia di Olgiate dove avverrà l’alzabandiera e la posa della corona al cippo dedicato ai volontari. Alle 11.30 infine il ritrovo al cippo commemorativo della rotonda dei Partigiani a Beverate. Tutta la cittadinanza è invitata ad esporre il Tricolore alle  finestre, per ricordare il sacrificio per la liberazione  d’Italia ma anche per chi oggi combatte in prima linea ed ha pagato o sta pagando a causa dell’epidemia. IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI

IMBERSAGO

A causa dell’emergenza sanitaria l’amministrazione invita a seguire le celebrazioni del 25 Aprile in modo virtuale. Saranno presenti il Sindaco Fabio Vergani, il parroco di S. Marcellino, don Bruno Croci, il presidente dell’Associazione Volontari della Protezione Civile, Luigi Comi e una rappresentanza del Consiglio comunale. La cittadinanza potrà seguire la breve cerimonia attraverso una diretta Facebook che verrà trasmessa alla pagina
https://www.facebook.com/Imbersago. IL PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI

OSNAGO

Anche a Osnago iniziative senza partecipazione pubblica per l’emergenza Coronavirus, ma i cittadini potranno comunque seguirle sulla pagina Facebook del Comune.

Alle 10.30 al monumento ai caduti di viale Rimembranze minuto di raccoglimento in onore dei Caduti delle guerre e dell’attuale epidemia.
Alle 10.50 via Roma, Cippo Casiraghi
Deposizione fiori e commemorazione delle vittime della repressione nazifascista
Alle 11.15 monumento ai Caduti, viale Rimembranze
Deposizione fiori e discorso del sindaco

La biblioteca civica propone una selezione di libri dedicati alla Resistenza e alla Liberazione
I componenti del Consiglio sovracomunale delle ragazze e dei ragazzi hanno collaborato coa l progetto audiovisivo Cara Libertà tratto da Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana , coordinato dall’attrice Lilli Valcepina. Il video sarà fruibili la mattina del 25 aprile sul sito internet dell’istituto scolastico Bonfanti- Valagussa.

GARLATE

Sabato ricorre il 75° anniversario della Liberazione. A causa dell’attuale situazione non sarà possibile celebrare insieme questa ricorrenza. Simbolicamente il sindaco Giuseppe Conti, un rappresentante degli Alpini di Garlate e Don Matteo si recheranno alle ore 11 al Monumento dei Caduti per la deposizione dei fiori e la benedizione. Inoltre il comune accoglie la proposta dell’Anpi che invita tutti i cittadini alle ore 15 a far risuonare dai balconi “Bella ciao”.

PREMANA

In questo periodo di emergenza sanitaria e di conseguente distanziamento sociale, vogliamo comunque commemorare i nostri caduti in  guerra. Sabato 25 aprile  alle ore 20.30 il sindaco insieme al parroco si ritroveranno presso il monumento dei caduti per la consueta benedizione e discorso. Tramite la diffusione con gli altoparlanti della chiesa, sarà possibile per la popolazione ascoltare dai balconi delle abitazioni.

BARZIO-CREMENO-CASSINA-MOGGIO

Sabato alle 11 i sindaci di Barzio, Cremeno, Cassina Valsassina e Moggio si ritroveranno al Ponte della Vittoria per celebrare tutti insieme il 25 Aprile. Dopo i discorsi ufficiali la benedizione di don Lucio Galbiati. Presenti anche i capigruppo delle sezioni locali degli  Alpini.

MONTE MARENZO

L’Amministrazione Comunale celebra l’Anniversario della Liberazione. Sabato 25 aprile ore 11.00 Alzabandiera e posa della corona d’alloro al Monumento ai Caduti alla sola
presenza del sindaco Paola Colombo: “Buon 25 aprile a tutti. Viva l’Italia, viva la libertà!”
La cittadinanza è invitata ad esporre il tricolore.

CARENNO

“Un settantacinquesimo che merita più che mai uno sforzo da parte di ognuno per ricordare le sofferenze del periodo fascista e della seconda guerra mondiale, il sacrificio di molti per la libertà e la ripresa della libera partecipazione popolare in uno stato democratico. Ma questo 25 aprile 2020 saremo costretti a passarlo in casa senza la partecipazione alle manifestazioni che ricordano i valori alla base della nostra Repubblica. Oggi stare in casa significa lottare nuovamente per la nostra libertà da un nemico invisibile ed insidioso”.
A rappresentare tutti i cittadini negli onori ai caduti per la libertà il sindaco e il capogruppo del Gruppo Alpini di Carenno depositeranno una corona al Monumento dei Caduti alle ore 11.00 di sabato 25 Aprile. Invitiamo tutti i cittadini a partecipare da casa esponendo il tricolore e, a chi lo desidera, ad aderire alla proposta dell’Anpi (Associazione Nazionale
Partigiani) con il canto di “Bella Ciao” dalle proprie finestre alle ore 15.

MANDELLO

Domani si terrà la commemorazione del 25 aprile. Saranno deposte le corone presso le lapidi ed i monumenti del territorio, come di consueto. Il sindaco si recherà al cimitero per un momento di raccoglimento a nome di tutta la cittadinanza e pubblicherà il suo discorso.

 

 

 

Advertisement