Giornata internazionale dell’ostetrica: “Il nostro scopo è proteggere la salute delle donne”

Tempo di lettura: 3 minuti

All’ospedale di Lecco, oggi pomeriggio, un pomeriggio di dialogo con tutte le donne

Il tema del 2024 è “Ostetriche, una soluzione vitale per il pianeta”

LECCO – La prima settimana di maggio, precisamente il giorno 5, si celebra la Giornata Internazionale dell’Ostetrica e il tema scelto per il 2024 dall’International Confederation of Midwifes – ICM è: “Ostetriche, una soluzione vitale per il pianeta”. Per l’occasione nella giornata di oggi, 2 maggio, presso l’ospedale Manzoni di Lecco si terrà un momento di condivisione con le donne in gravidanza, in puerperio e con neonati. L’appuntamento è a partire dalle 15.30 al primo piano per un pomeriggio ‘green’ con proposte, suggerimenti, idee e dimostrazioni per rendere più sostenibili la casa, il ciclo mestruale, la maternità, la contraccezione, lo svezzamento e la vita con un neonato.

“E’ una giornata molto sentita – spiega Stefania Puggioni, ostetrica responsabile delle attività consultoriale in ambito materno infantile – il tema scelto quest’anno vuole ribadire l’importanza del nostro lavoro, specialmente per le colleghe e i colleghi che operano in scenari difficili, di guerra, calamità o povertà assoluta. Al centro della nostra professione c’è il dialogo con la donna, il nostro scopo è proteggerne la salute, a tutto tondo. Nell’immaginario comune l’ostetrica è associata esclusivamente alla sala parto, ma non c’è solo questo, noi ci occupiamo di tutto il ciclo vitale della donna che, ancora oggi, è il fulcro della famiglia e dell’intera comunità per l’assistenza non solo ai figli ma anche ai nostri anziani e alle persone più fragili”.

L’ostetrica custode non solo del benessere fisico e fisiologico, insomma, ma anche psicologico: “Vogliamo essere sostegno per le donne in tutte le fasi della loro vita, l’attività che svolgiamo nei consultori ne è esempio concreto: assistenza durante la gravidanza, il pre-parto e il parto, ma anche nel periodo delicato del puerperio. Alle nostre strutture si rivolgono il 25-30% delle donne in gravidanza e l’80% circa di puerpere, numeri sfidanti – commenta Puggioni – che ci incitano a fare sempre meglio e a offrire un’assistenza a 360 gradi”.

Una parte fondamentale del lavoro riguarda anche la prevenzione: “Da due anni abbiamo avviato con Asst un programma di screening per il carcinoma della cervice uterina che invita tutte le donne della Provincia di età compresa tra i 25 e i 64 anni ad effettuare il pap test. Nel 2023 sono stati circa 11 mila i prelievi effettuati – dice l’ostetrica – per un’adesione che si attesta al 50% della popolazione. I numeri sono in aumento, siamo molto soddisfatti di questo risultato che testimonia un’attenzione sicuramente encomiabile da parte delle donne della nostra Provincia”.

Passando al programma della giornata odierna, davvero tante le iniziative e le attività proposte in collaborazione con il team di ostetriche del reparto di Ostetricia e Ginecologia del Manzoni: laboratori musicali, yoga in gravidanza, letture, approfondimenti sul ciclo mestruale, allattamento e svezzamento, babywearing, pannolini lavabili e detergenti solidi e molto altro. “Ogni Ostetrica dei Punti Nascita e dei Consultori indosserà una maglietta rossa, colore identificativo della giornata – ricorda Puggioni – vi aspettiamo numerose”.

Advertisement