Le Vie del Viandante ‘a portata di click’, presentati il sito web e l’App

Tempo di lettura: 4 minuti
Il sindaco Virginio Brivio e l'assessore Francesca Bonacina

Ulteriore ‘step’ nella promozione del progetto Interreg Le Vie del Viandante

Alberto Conte di ItinerAria: “Questo cammino ha le carte per diventare uno dei più belli d’Italia”

LECCO – Un sito e un’applicazione dedicati alle Vie del Viandante, 12 itinerari che si snodano tra Milano, la Brianza, il Lago di Como, la Valchiavenna e la Svizzera. Un ampio progetto con Lecco Comune Capofila che riunisce diversi partner, anche internazionali, in un unico obiettivo: promuovere il turismo ‘lento’ del cammino, alla scoperta del territorio e della sua autenticità.

L’home page del sito Le vie del Viandante

Il progetto Interreg le Vie del Viandante ha visto un’importante passo avanti nella sua promozione con il lancio del sito web www.leviedelviandante.eu/it/ e dell’App Le Vie del Viandante, scaricabile sia per sistemi Apple che Android. I due supporti sono stati presentati oggi, venerdì 24 luglio, in Comune a Lecco da Alberto Conte, Direttore di itinerAria, alla presenza dell’assessore al Turismo Francesca Bonacina e, in collegamento zoom, dai rappresentanti dei diversi partner coinvolti nel progetto: le Comunità Montane del Lario Orientale e Val San Martino, Valsassina e Valvarrone, Valli del Lario e del Ceresio e della Valchiavenna, Regione Moesa, Provincia di Lecco, North Lake Como, Montagne Lago di Como, Valchiavenna e San Bernardino Mesolcina Calanca.

“Sono davvero molto contenta di questa importante collaborazione che mira alla promozione del nostro territorio in senso molto ampio, da Milano alla Svizzera – ha commentato l’assessore Bonacina – attraverso le Vie del Viandante vogliamo riuscire a comunicare quanto abbiamo da offrire”. Alla presentazione è intervenuto anche l’assessore al Turismo del Comune di Milano Roberta Guaineri: “Anche questa è la bellezza del nostro territorio e di tutta l’Italia – ha dichiarato – quest’anno stiamo lavorando molto sul turismo di prossimità e credo che questo progetto porterà ottimi risultati. Grazie a tutti per l’importante collaborazione”.

Il sito e l’app

E’ toccato quindi ad Alberto Conte presentare il sito e l’applicazione: “Il Cammino del Viandante ha tutte le carte in regola per diventare uno dei più bei cammini d’Italia – ha esordito – l’idea è stata quella di ‘inanellare’ le cosiddette vie del Viandante dal San Bernardino, passando per lo Spluga, la via Francisca, il Sentiero del Viandante e il Cammino di Leonardo sull’Adda, fino a Milano. Sul sito – ha spiegato – è possibile visualizzare tutti i percorsi su mappa, scaricandoli. Le descrizioni sono accompagnate da informazioni di carattere tecnico e anche storico/geografico. Ovviamente il sito è interconnesso con l’applicazione all’interno della quale sono inseriti un totale di 600 km di tracciati. Si tratta di uno strumento molto semplice e affidabile – ha concluso – pensato da chi cammina per chi cammina. Speriamo possa essere utile per scoprire questi incantevoli itinerari che abbiamo a due passi da casa”.

Orietta Colturri

Per promuovere ulteriormente il progetto Le Vie del Viandante è in corso una campagna social, lanciata e cresciuta durante i mesi del lockdown: “L’obiettivo – ha spiegato il Communication Manager del progetto Orietta Colturri – è quello di potenziare la conoscenza di questo cammino analizzando anche i trend e la community che girano intorno allo specifico ambito. La nostra pagina fb ha quasi 10 mila mi piace e il target di follower è piuttosto giovane, vogliamo continuare a crescere e a promuovere questa importante risorsa, i nostri sentieri”.

Il sentiero del viandante tra Lecco e Abbadia

Sentiero del Viandante, proseguono i lavori tra Lecco e Abbadia

La conferenza è stata anche occasione per fare il punto sui lavori lungo il Sentiero del Viandante tra Lecco e Abbadia (l’unico tratto non ancora ‘connesso’): “La ditta che si è aggiudicata i lavori avrebbe dovuto cominciare già in primavera ma il lockdown ha fermato tutto – ha spiegato l’assessore Bonacina – il cantiere è ripreso a inizio giugno e sta procedendo di buona lena. Oltre alla riqualifica, che è in fase di completamento, si sta portando avanti la sistemazione delle reti paramassi e la posa della scala per superare il passaggio tra Lecco e Abbadia in prossimità delle gallerie”.

Advertisement