Lecco, gli avvocati consegnano un defibrillatore al Palazzo di Giustizia

Tempo di lettura: 2 minuti

Gli avvocati consegnano un defibrillatore per il Palazzo di Giustizia

Oggi l’inaugurazione: presenti il Procuratore Chiappani, il presidente del Tribunale Secchi e il presidente dell’Ordine Facchini

LECCO – E’ stato posizionato questa mattina, venerdì, un defibrillatore nella hall di ingresso del Palazzo di Giustizia.

Una cerimonia semplice per la consegna del dispositivo salvavita donato dall’Ordine degli Avvocati agli uffici giudiziari di Lecco. Presenti il Procuratore Antonio Chiappani e il presidente del tribunale Ersilio Secchi.

“La funzione del defibrillatore è nota e la speranza di tutti è che non si debba mai far ricorso a questo dispositivo – ha detto Ersilio Secchi, presidente del tribunale di Lecco – D’altro canto la presenza del defibrillatore è garanzia di intervento in caso di bisogno. Io sono lietissimo di questa generosa donazione del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati. Una condotta molto significativa che si iscrive in quell’attenzione del pubblico bene che è un po’ la caratteristica delle varie istituzioni che operano nel Tribunale collaborando tra loro nel rispetto dei reciproci ruoli”.

Il procuratore Antonio Chiappani, il presidente del Tribunale Ersilio Secchi, gli avvocati Francesco Facchini e Antonio Conti

Presenti l’avvocato Francesco Facchini, nuovo presidente dell’ordine, e il past president Antonio Corti.

“Credo che ci debba essere una sinergia e mai una rivalità tra avvocati e magistratura – ha detto Facchini -. Ringrazio il mio predecessore perché l’iniziativa è stata sua. Avendo una moglie anestesista so bene quanto sia importante avere a disposizione un defibrillatore per consentire un intervento celere”.

 

Advertisement