Orientamento scolastico. Young si chiude con oltre 22.000 studenti coinvolti

Tempo di lettura: 5 minuti
Un'immagine dell'edizione 2022 del salone dell'orientamento a Lariofiere (foto dalla pagina Facebook di Young)

130 espositori e 150 iniziative di orientamento per guidare i giovani verso il futuro

“Far crescere nei giovani la consapevolezza delle proprie capacità, queste sono le basi per formare degli adulti liberi di realizzare vite di successo personale e lavorativo”

ERBA – Successo indiscusso per la 13°edizione di YOUNG, il Salone Nazionale dell’Orientamento Scolastico, Universitario e Professionale, che appena concluso e che si è proposto di guidare 22.000 studenti e le rispettive famiglie alla scoperta delle opportunità formative per iniziare a proiettarsi nel futuro lavorativo.

Svolta in presenza al centro espositivo Lariofiere dopo due anni di pandemia, l’iniziativa ha interessato quattro giornate e si è proposta come fulcro aggregativo delle realtà socio-formative a livello nazionale, con la partecipazione di enti, ordini, associazioni, istituzioni, scuole ed università.

130 espositori e 150 programmi di orientamento su temi scuola, formazione, università, lavoro e professioni, imprenditorialità, innovazione e digital, specifici focus su temi scientifici e tecnici rivolti alle professioni emergenti messi a disposizione dei presenti, accompagnati verso le scelte considerando le loro attitudini naturali, le potenzialità individuale e le competenze personali.

Oltre al consolidato interesse verso i percorsi d’istruzione ed i percorsi accademici, una particolare attenzione è stata posta verso la formazione professionale per la scelta del percorso dopo la terza media, così come un nuovo interesse hanno suscitato i percorsi degli ITS, Istituti Tecnici Superiori, sempre più espressione delle esigenze e richieste da parte delle aziende manifatturiere nella ricerca dei profili professionali.

Il Presidente di Lariofiere Fabio Dadati ha espresso “piena soddisfazione per i risultati ottenuti grazie ad un ritorno degli incontri in presenza. Ho potuto rilevare una grande attenzione e maturità nei giovani alle prese con le scelte che andranno ad incidere nel loro futuro e nel contempo ringrazio i docenti intervenuti per l’entusiasmo e la grande professionalità mostrate. Ringrazio il Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione e del Merito On. Paola Frassinetti che ha accolto l’invito a visitare il Salone Young e a partecipare alla presentazione del Report 2022 su Scuola e Mercato del Lavoro, a cura dell U.o. Studi e Statistica della Camera di Commercio di Como-Lecco. A tal proposito ringrazio la Dott.ssa Gaetana Mariani, Membro di Giunta della Camera di Commercio di Como-Lecco con delega all’Istruzione e alla Formazione, per la partecipazione e l’intervento istituzionale effettuato. Ringrazio altresì il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Como Dott. Marco Bussetti, per aver visitato il Salone e per essere intervenuto alla presentazione del report camerale. Un particolare e sentito ringraziamento alla Sen. Erica Rivolta per il prezioso sostegno e la collaborazione profusa per la buona riuscita dell’evento”.

Il Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione e del Merito On. Paola Frassinetti ha illustrato così la visita a YOUNG: “Devo complimentarmi con gli organizzatori di questo evento. L’orientamento è un modo per aiutare i nostri giovani a scegliere i loro percorsi di studio futuri cercando di rispondere sempre più alle esigenze delle imprese”. Afferma invece il Dirigente dell’UST Como Dott. Marco Bussetti afferma: “Nell’orientare i ragazzi, la scuola deve raccogliere una sfida importante: far convivere qualità umane e competenze specifiche. La specializzazione è determinante, ma per essere realmente efficace deve avvenire sulla base di una educazione diretta alla persona in tutti i suoi aspetti. Solo se la scuola è capace di far scoprire ai ragazzi i propri talenti potrà orientarli nel modo corretto e giusto. Una cosa è avere talento, un’altra è sapere come usarlo: bisogna creare un contesto in cui le potenzialità e le attitudini degli studenti possano trovare la strada per esprimersi e non rimanere incompiute. Abbiamo di fronte una sfida complessa ma molto affascinante, che va affrontata con fiducia e in alleanza con le famiglie e le Istituzioni”.

 

La Sen. Erica Rivolta, da sempre grande sostenitrice dell’iniziativa, ha commentato: “Lariofiere per collocazione geografica e per i servizi offerti dalla struttura resta il luogo ideale per realizzare un evento che richiama migliaia di ragazzi e di genitori dalle province di Como, di Lecco e non solo. Dall’interessante  rapporto su scuola e lavoro della Camera di Commercio di Como e Lecco emergono dati che dovrebbero essere ulteriormente presentati alle famiglie e ai giovani perché possano scegliere il loro corso di studi nella consapevolezza di quali siano in futuro  le reali possibilità di lavoro e di sviluppo del territorio. Occorre migliorare sempre più la comunicazione e la condivisione tra famiglie, scuole, mondo delle imprese sui percorsi per i ragazzi e le ragazze perché tutto deve ruotare attorno a loro”.

Ha proseguito poi dicendo: “Far crescere nei giovani la consapevolezza delle proprie capacità, scoprire i propri talenti e credere nei propri sogni, queste sono le basi per formare degli adulti liberi di realizzare vite di successo personale e lavorativo. Lo studio e la formazione restano il più importante ascensore sociale, allora occorre lavorare di più sui fragili per condizioni personali sociali ed economiche, aiutarli a credere di valere, di potercela fare significherà far diminuire gli abbandoni scolastici e non lasciare che i ragazzi scivolino in una realtà di miseria culturale e sociale. Tutti hanno diritto alla crescita personale e alla felicità”.

Con i risultati ottenuti in questa edizione ci sono tutte le premesse per lavorare attivamente sin da ora ad una costruzione sempre più comunitaria e condivisa della 14° edizione del Salone Young, in previsione nel mese di novembre 2023.

Advertisement