Mandello, il parco giochi Rodari si rinnova e diventa ‘inclusivo’

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Comune di Mandello vince il bando regionale per realizzare un parco inclusivo

Scelta l’area giochi Rodari per un percorso naturalistico-sportivo accessibile a tutti

 

MANDELLO- Grazie al bando regionale Parchi giochi e sport inclusivi 2023 al quale il comune di Mandello del Lario ha partecipato,  sarà possibile dare nuova funzionalità al parco giochi Rodari.

A Mandello del Lario esistono parchi attrezzati ma nessuno di questi può essere assimilabile ad un parco gioco/sport inclusivo, cioè capace di accogliere adulti con abilità diverse – spiega il sindaco Riccardo Fasoli – Si ha la consapevolezza e la convinzione che la pienezza dell’inclusione si realizzi proprio nei momenti informali, ludici e di svago in senso lato, così come sancito dall’art 7 della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità; da qui l’idea di realizzare un  ‘percorso naturalistico sportivo’ accessibile e fruibile, così da concretizzare il desiderio e il diritto di tutti (disabili e non) di vivere momenti piacevoli con i loro pari, senza dover fronteggiare le barriere che un normale parco o una normale palestra possono comportare”.

L’area individuata rientra in una zona già frequentata per le diverse attività sportive insediate Polisportiva, Lega Navale, Canottieri: “La presenza della sezione Arcobaleno della Polisportiva ci ha spinto a decidere per questo tipo di progetto insieme alla centralità della attività a corpo libero e all’aperto, divenuta ancor più importante per la cittadinanza dopo il periodo pandemico” aggiunge Fasoli.

Il progetto (costo complessivo 40.000 euro , contributo di 30.000) prevede la realizzazione di un’area dedicata ad attrezzature per il corpo libero e lo sport, con una buona proposta di attrezzi mirati all’inclusione e alla accessibilità. Sarà mantenuta anche una parte per i più piccoli.

“Il parco, in una posizione molto bella ma piuttosto appartata, ha da sempre dato problemi di gestione, manutenzione e uso improprio – rimarca il sindaco – Con questo progetto contiamo che venga maggiormente utilizzato e al contempo supervisionato: per quest’ultimo obiettivo sarà implementato anche un servizio di videosorveglianza”.

Advertisement